Straordinaria impresa di Fabio Aru al Tour

301
Aru a LPDBF

TOUR DE FRANCE 2017 – Nel primo arrivo in salita di questa edizione, Fabio Aru stacca tutti ed in maglia tricolore si regala una strepitosa vittoria

A volte le emozioni ritornano… Era il 2014 ed un corridore Astana in maglia tricolore di campione d’Italia vinceva la tappa di La-planche-des-belles-filles, anche allora primo arrivo in salita del Tour de France: tre anni fa si trattava di Vincenzo Nibali, che poi la Grande Boucle di quell’anno la vinse, oggi è invece Fabio Aru a compiere la stessa straordinaria impresa !

Per “Il cavaliere dei quattro mori” si tratta della prima vittoria in carriera al Tour, dopo aver già vinto tappe al Giro ed alla Vuelta. Un successo ampiamente meritato che rilancia le ambizioni di Aru anche in classifica generale, visto che ora, con soli 14″ di ritardo, occupa il terzo posto alle spalle della coppia Team Sky composta da Chris Froome, nuova maglia gialla, e Geraint Thomas. Ed in più la soddisfazione di ripartire domani con addosso la prestigiosa maglia a pois di leader della classifica degli scalatori. Un trionfo completo, arrivato dopo la perentoria azione sulle rampe conclusive della salita finale, un “muro” di quasi 6 chilometri con una pendenza media vicina al 9% e adirittura uno strappo conclusivo al 22%: a 2.700 metri dal traguardo il corridore dell’Astana saluta la compagnia dei migliori, un gruppetto ridotto ormai ad una quindicina di unità, e piazza l’allungo decisivo. Nessuno riesce a resistere e chi prova ad inseguire subito “rimbalza”, come accade a Simon Yates e Geraint Thomas; tocca quindi ai favoritissimi per la vittoria finale provare a rinvenire, ma né Chris Froome, né Richie Porte hanno la forza di chiudere il buco sullo scatenato Aru che vince con 16″ su Daniel Martin. Va peggio ad Alberto Contador Nairo Quintana che subiscono un distacco ancora più ampio, anche se non ancora decisivo.

Con la classifica ora delineata, si riparte domani con una frazione adatta ai velocisti, senza però più in gruppo Peter Sagan e Mark Cavendish: la squalifica del campione del mondo ha tenuto banco ieri ed anche stamattina con le sue dichiarazioni alla stampa, nelle quali dice di accettare la decisione della giuria pur senza condividerla e, francamente, credo abbia ragione, visto che la sua azione avrebbe dovuto comportare una penalizzazione, ma non l’allontanamento dalla corsa. Il britannico invece ha fatto le spese della caduta e si ritrova con la scapola destra fratturata, impossibilitato a proseguire. Per un motivo o per l’altro, un Tour de France che ha già perso tre protagonisti assoluti come Valverde (caduto nella prima tappa), Cavendish e Sagan. Un vero peccato…

SEMrush

Qui il racconto e l’ordine di arrivo della 4^ tappa >>> Démare vince, Cavendish cade e Sagan viene squalificato


Foto Getty Images Sport tratta dal sito www.cyclingnews.com

Previous articleChampions League: completato il 1° turno preliminare
Next articleKittel concede il bis e vince anche a Troyes
Impiegato e padre di famiglia, perdo ancora tempo come blogger ed eterno aspirante giornalista: dopo aver scritto per Il BiancoNero Magazine e la Federazione Italiana Sostenitori Squadre di Calcio, da settembre 2014 sono nella redazione zona sport di Tifo Blog. Recentemente ho aperto il blog Cesena Mio (www.cesenamio.it) e talvolta mi si può ascoltare come opinionista sportivo a UniRadio Cesena. Oltre all'amato Cesena calcio, seguo con immensa passione il ciclismo professionistico ed il rugby union, sport dei quali ho scritto per anni su Facebook, nonché sui siti web chorse.it e freeforall.it.

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.