Inarrestabile Sagan al Giro di Svizzera

247

Al Giro di Svizzera Peter Sagan non si ferma più e dopo la vittoria di ieri a Baar, oggi raddoppia e regala un’altra perla nella 3^ tappa Grosswangen – Rheinfelden. Se il successo di ieri è arrivato con un classico sprint a ranghi (quasi) compatti, oggi il campione del mondo cambia schema e vince come già aveva fatto alla Wevelgem, ossia con un’azione di forza sull’ultimo strappo ed una volata a tre senza storia. L’attacco decisivo avviene a 500 mt. dallo scollinamento dell’ultimo gpm di giornata, posto ad una dozzina di chilometri dal traguardo, dove lo slovacco fa subito il vuoto e si mette in caccia dei due battistrada, segnalati pochi secondi davanti al gruppetto di testa; nonostante la pioggia, la discesa è perfetta ed in breve i battistrada Michael Albasini e Silvan Dillier vengono raggiunti e nemmeno provano ad attaccare nei chilometri di pianura che portano a Rheinfelden. Inevitabile l’epilogo, con Albasini che prova a partire lunghissimo ai 300 mt. ma Sagan non si fa sorprendere e conquista la seconda tappa in due giorni a questo Giro di Svizzera. Dietro, Jurgen Roelandts con i compagni di squadra della Lotto Saudal riesce a limitare i danni, ma non salva comunque la maglia gialla che per il gioco degli abbuoni finisce proprio a Peter Sagan che ora guida con 3″ sullo stesso Roelandts e Dillier a pari tempo.

Svizzera3

La corsa prosegue domani nel nord-ovest della Svizzera con la 4^ tappa Rheinfelden – Champagne (km 193), una frazione piuttosto facile che nel finale costeggia il Lago di Neuchatel. Unico rilievo altimetrico impegnativo nelle battute iniziali, il Breithohe (2^ cat.) dopo appena 38 km di corsa, che non potrà incidere sull’esito della frazione visto che seguono ben 140 km completamente pianeggianti. Decisamente meno impegnativo, ma più interessante per lo spettacolo, lo strappo di Orges (3^ cat) che porta ad un punto panoramico sul lago ed è posto a soli 10 km dal traguardo di Champagne. Al netto di una fuga a lungo raggio che riesca a resistere alla caccia delle principali squadre, pare questo il trampolino di lancio per chi voglia conquistare la vittoria di tappa.

Con uno stato di forma strepitoso, il morale a mille e la maglia di leader sulle spalle, è difficile non indicare ancora Peter Sagan come principale favorito di giornata; certo le probabilità sono contro di lui (3 vittorie in 3 giorni sarebbe un’anomalia statistica), ma il tracciato pare molto favorevole per una nuova perla del campione del mondo. Proverà a tenere le sue ruote Michael Matthews, il grande battuto di queste giornate, oppure sempre in casa Orica Green Edge Michael Albasini buon secondo oggi. E parlando di campioni, qualche segnale di ripresa da parte di Philippe Gilbert che oggi è arrivato con il gruppo principale a 3″ dal vincitore e chissà che non possa essere anche lui della partita domani su percorso favorevole. Attenzione anche a Jurgen Roelandts che con un finale del genere proverà a riprendersi la maglia gialla.


Immagine tratta dal sito www.tourdesuisse.ch/

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.