Indy500, trionfa Rossi all’esordio

308
Immagine by SkySport.com

Indy500 per gli appassionati di motorsport non è solo una gara, ma è la gara. Più di 300 milioni di telespettatori collegati, una corsa dove può succedere di tutto, in America gli appassionati impegnano tutto il mese di maggio per essere pronti all’appuntamento dell’ovale di Indianapolis. Grande attesa per i protagonisti del campionato Pagenaud, Castroneves, Power, Montoya, Dixon, Kanaan, per il poleman Hinchcliffe e per l’upgrade del motore Honda che dopo quasi tre anni ha raggiunto la rivale Chevrolet. Questa edizione, la numero 100, in realtà resterà nella storia per la vittoria di un esordiente, il rookie Alexander Rossi, californiano di 24 anni di chiare origini italiane, ex pilota Manor nelle ultime gare del 2015. Non era certo tra i favoriti alla vigilia, nonostante una promettente 11a posizione in griglia di partenza. Rossi ha condotto una prima fase di gara prudente e senza sbavature, ottima gestione di carburante nel finale decisivo. A 10 giri dalla fine sembrava corsa a tre per la vittoria finale tra Kanaan, Newgarden e Munoz, ma quando in contemporanea sono stati chiamati in corsia box per l’ultimo refuel Rossi è rimasto in pista passando al comando con la sua Dallara-Honda DW12 del Team Andretti. Bocca aperta ed occhi spalancati per i 350.000 spettatori del catino di Indianapolis. Bravo nel non spremere a fondo la sua monoposto preservando le ultime gocce di etanolo rimaste nel serbatoio, Rossi riesce a malapena a tagliare il traguardo. “You win Alex! You win!!! Fantastic driving!!!” la frase nel team-radio di Rossi. Pubblico in delirio e Alexander quasi incredulo! Dopo la clamorosa vittoria in Formula 1 del giovane Max Verstappen qualche settimana fa ecco dunque un altro giovane gioiellino da tenere d’occhio!

Foto by SkySports.com

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.