L’Inghilterra travolge la Scozia ed è campione con un turno d’anticipo

259
Inghilterra-Scozia 6Nazioni 2017

6 Nazioni 2017 – La sconfitta dell’Irlanda a Cardiff ha spianato la strada verso il titolo all’Inghilterra che con la Scozia non ha fallito l’appuntamento

L’Inghilterra di Eddie Jones si conferma campione del 6 Nazioni e, dopo l’edizione 2016, fa sua anche quella 2017, stavolta con una giornata d’anticipo, trasformando il match di sabato prossimo a Dublino in possibile ciliegina sulla torta, visto che può portare al XV della rosa il secondo Grand Slam consecutivo. La sconfitta dell’Irlanda contro il Galles nella partita giocata a Cardiff venerdì sera aveva spianato la strada agli inglesi, cui serviva la vittoria contro la Scozia a Twickenham per mettere le mani sul Torneo: i bianchi non si sono fatti pregare ed hanno travolto con 7 mete gli highlanders in un match senza storia. Nell’altro incontro di sabato pomeriggio, la Francia ha facilmente avuto la meglio sull’Italia all’Olimpico: azzurri ancora a zero punti con un’ultima chance per muovere la classifica sabato a Murrayfield.

Galles 22-9 Irlanda

Col senno di poi, è stato il match più interessante ed equilibrato del weekend, con tanto di risultato a sorpresa, visto che tutti o quasi pronosticavano una vittoria irlandese. Invece è stato il Galles a fare la partita e con grande orgoglio ed aggressività ha condotto in porto una vittoria importantissima non solo per il morale, ma anche e soprattutto per il mantenimento della posizione nel ranking mondiale in previsione del sorteggio RWC 2019. Il primo tempo scorre via equilibrato e senza troppe emozioni, fatta eccezione per la meta di North che consente ai dragoni di chiudere in vantaggio 8-6 la frazione (piazzati di Sexton, Jackson e Halfpenny gli altri punti sul tabellone); la ripresa è più piacevole e combattuta, con la seconda marcatura personale di uno scatenato North (trasforma Halfpenny) che apre subito il gap tra le due formazioni, un divario che gli irlandesi non riusciranno più a colmare, visto che si limitano ad un piazzato di Sexton. Così nel finale di partita Roberts rompe la linea di difesa ed arrotonda il punteggio in favore del Galles (trasforma Halfpenny). Dopo un avvio piuttosto complicato, ora il Galles di Howley può addirittura chiudere il torneo al secondo posto con una vittoria difficile, ma affatto impossibile, a Parigi.

Italia 18-40 Francia

La meta di Parisse in avvio di partita aveva illuso l’Italia che è rimasta in vantaggio per 20′ contro la Francia; poi però la meta di Fickou ha rimesso le cose a posto per i transalpini, sempre in partita grazie al piede molto preciso di Lopez (ben 20 punti complessivi per il mediano di apertura del Clermont). Il primo tempo si chiude con un dignitoso 11-16, ma la Francia di Noves allunga inesorabilmente nella ripresa, quando la mischia italiana va in totale sofferenza e non conquista più nemmeno un pallone da fase statica: i velocissimi trequarti transalpini sfruttano a dovere le occasioni con Vakatawa, Picamoles e Dulin, infliggendo agli azzurri l’ennesima pesante sconfitta. La meta di Esposito a tempo scaduto (trasforma Canna) rende un po’ meno amaro il boccone, che tuttavia resta indigesto per gli uomini di O’Shea. Ora, per evitare un altro “cucchiaio di legno” dopo quello dello scorso anno, servirebbe un’impresa quasi impossibile a Murrayfield contro la Scozia.

Inghilterra 61-21 Scozia

La meta di Joseph dopo appena 2′ di gioco mette subito la partita in discesa per l’Inghilterra, con il piede di Farrell che con il passare dei minuti capitalizza il dominio inglese nel possesso e nel territorio. Tre mete nei primi 34 minuti (un’altra di Joseph ed una di Watson) chiudono ogni possibile discorso già all’intervallo chiusosi sul 30-7 (meta di Reid per la Scozia). Il secondo tempo ha ancora meno storia ed i padroni di casa vanno a segna ancora quattro volte (ancora Joseph per la tripletta personale, Vunipola e la doppietta di Care in chiusura), lasciando agli scozzesi la soddisfazione di realizzare due volte con Jones a risultato già abbondantemente acquisito. Come detto, l’Inghilterra si laurea campione con un turno di anticipo, ma non si rilasserà di certo, visto che ha ancora nel mirino un triplo obiettivo: Grand Slam, Triple Crown ed il record di vittorie consecutive (19) della Nuova Zelanda. Ecco perché sabato prossimo a Dublino sarà partita vera…

Classifica

Inghilterra 18
Irlanda 10
Francia 10
Galles 9
Scozia 9
Italia 0

Programma 6^ giornata (sabato 18 marzo 2017)

Scotland v Italy (BT Murrayfield – Edinburgh, 1:30 pm)
France v Wales (Stade de France – Saint-Denis, 3:45 pm)
Ireland v England (Aviva Stadium – Dublin, 6:00 pm)


Foto di Laurence Griffiths/Getty Images tratta dal sito www.planetrugby.com

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.