ITAL-ANTA, che orgoglio per la Dea!

359

Il Ct Ventura convoca Spinazzola e Petagna nella Nazionale maggiore. Chi se lo sarebbe mai immaginato qualche mese fa? Probabilmente nessuno! Ma attenzioni anche ai neroblù convocati in Under 21…

Nell’elenco iniziale dei convocati della Nazionale maggiore per la partita di qualificazione ai Mondiali contro l’Albania (nella quale in porta giocherà il nostro Berisha) e per l’amichevole di lusso contro l’Olanda, figurava Gabbiadini (bergamasco doc, come del resto la miglior punta italiana del momento, il Gallo Belotti), ma complice il suo infortunio nell’ultima partita di Premier, Ventura ha optato per sostituirlo (non senza polemiche) col centravanti atalantino Andrea Petagna. Onestamente fatico a capire la gente che storce il naso: chi doveva sostituire Gabbiadini? Il tanto criticato Pellè? Pavoletti che gioca molto raramente? Zaza che sta attraversando mesi difficili? Destro che sta facendo una stagione molto deludente? Borriello che non sta facendo male, ma è comunque piuttosto stagionato? Matri? Non che debba necessariamente fare il titolare (e probabilmente non lo sarà), però per completare il reparto offensivo, in assenza di Gabbiadini, quella di Petagna è una scelta più che comprensibile. E chi ne capisce di calcio, sa che un attaccante non si giudica solo dai gol.
Per quanto riguarda Leonardo Spinazzola beh, credo non ci sia nulla da dire. E’ uno dei giocatori con il più alto minutaggio in campionato. Oltretutto con la sua spinta incessante sulla fascia mancina e il suo piede molto educato (sono molti gli assist vincenti totalizzati da Spina da inizio stagione) sta ampiamente dimostrando di essere uno dei migliori esterni italiani della Serie A. Convocazione super meritata, e in una delle 2 partite (magari nell’amichevole) meriterebbe anche la chance di partire dall’inizio.

Occhio anche agli atalantini convocati in Under 21: Gollini e Grassi (in gol nell’ultimo match contro il Pescara), mentre Conti e Caldara (che erano stati convocati) sono tornati a Bergamo per precauzione per via di qualche guaio fisico. Anche Petagna inizialmente era in questo elenco, prima di essere chiamato per necessità da Ventura.

Ricapitolando: Spinazzola, Petagna, Gollini, Grassi, Conti e Caldara nel giro dell’Italia. Insomma, tutti giovani. Ciò è indice che la Dea e (va sottolineato) mister Gasperini non han problemi a puntare sui giovani italiani (gli ultimi 3 citati sono tra l’altro prodotti del vivaio), e i risultati sono sotto gli occhi di tutti. E non dimentichiamo Gagliardini, che ora è all’Inter e diventerà probabilmente uno dei pilastri della Nazionale, ma anche qui parte del merito va certamente a Gasp e all’Atalanta.

Anche da queste cose si giudica il lavoro di una società. Ed il giudizio sulla Dea, una società che come pochi lavora sui giovani, non può che non essere positivo. Per riportare la Nazionale ai livelli che le competono, molte squadre, anche fra quelle ben più blasonate, dovrebbero prendere esempio, almeno sotto questo aspetto, dall’Atalanta, una piccola e umile società di provincia che (come il Sassuolo degli ultimi anni) dovrebbe, anzi DEVE, essere un orgoglio per lo sport italiano!

FOTO BY L’ECO DI BERGAMO

 

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.