Italia-Spagna 1-1: ma ci basterà?

208
italia

ITALIA – SPAGNA 1-1. AZZURRI IN AFFANNO, CON L’ORGOGLIO AGGUANTANO UN PREZIOSO PAREGGIO CONTRO LA TEMUTA SPAGNA.

Finisce in pareggio la partita di qualificazione tra Italia e Spagna.
A Torino, Ventura inserisce dall’inizio Romagnoli al posto di Chiellini, Florenzi e De Sciglio esterni e in avanti la coppia collaudata Pellè-Eder.
L’Italia parte volenterosa sin da subito, ma col passare dei minuti, la Spagna inizia a comandare il gioco, a fare il classico “tiki-taka” e fa correre a vuoto i nostri centrocampisti che sono sempre in ritardo, rendendosi pericolosa in varie occasioni.

Noi, sempre indietro in difesa e a tentare qualche ripartenza che però, non si concretizza mai in azione pericolosa verso il portiere De Gea.

Nella ripresa, la partita si apre subito con una papera a sorpresa di Buffon, che liscia un intervento di piede, lasciando così, la porta vuota a Vitolo, che ringrazia segnando il vantaggio iberico.

Ventura quindi, tenta il tutto per tutto e schiera i suoi a trazione anteriore: dentro Bonaventura, Belotti Immobile e fuori Parolo, Montolivo e Pellè: la reazione orgogliosa si è vista subito con qualche azione di rilievo. Di rilevante c’è stato un regalo dell’arbitro tedesco Brych a Diego Costa, che grazia l’attaccante da un’espulsione e successivamente De Rossi, a sangue freddo, realizza il pareggio su rigore festeggiando così, anche per il premio ricevuto da Tavecchio per le 100 presenze in azzurro.

L’ITALIA E’ TERZA NEL GIRONE, APPAIATA ALLA SPAGNA E DIETRO ALLA CAPOLISTA ALBANIA.

Questa volta c’è il serio rischio, che l’Italia possa essere eliminata dai Mondiali 2018 in Russia, da regolamento, passeranno solo le prime classificate, mentre le seconde dovranno giocare gli spareggi.
E se dovessimo arrivare secondi, chissà che non ci capiti un’altra nazionale forte? Magari un’Inghilterra…o un Belgio. E non sarebbe una passeggiata di salute.

Intanto, l’Italia mantiene il passo della Spagna, e si sapeva già che non sarebbe stato facile, anche perché da parte loro è stata l’occasione per una rivincita dopo l’eliminazione agli ottavi degli Europei della scorsa estate in Francia.

 

La classifica momentanea è la seguente.
Albania 6, Spagna 4, Italia 4, Israele 3, Macedonia 0, Liechtenstein 0, Albania 0

 

Domenica 9 il turno sarà il seguente:

Israele – Liechtenstein

Albania – Spagna

Macedonia – Italia

 

Favorita è la Spagna, perché dopo aver preso un punto con l’Italia, si appresta a fare risultato positivo anche in Albania, considerato che nel girone di ritorno, avrà queste difficili partite in casa.
Per l’Italia invece, il cammino si complica leggermente.  Tappa fondamentale sarà il 2 settembre 2017, quando si andrà a giocare in Spagna.

I due scontri diretti, potrebbero essere dei veri e propri spareggi per l’accesso diretto in Russia.

Ai microfoni nel dopo partita, il CT Giampiero Ventura, ha così commentato l’episodio in cui Pellè ha rifiutato di stringergli la mano durante la sostituzione.
Credo che fosse arrabbiato, non per la sostituzione ma per la partita fatta fino a quel momento. Sono cose del calcio, chiaro che rappresentando l’Italia forse un minimo di attenzione in più avrebbe dovuto averlo”.

Mister! Mi raccomando! Non si preoccupi di Pellè che può cambiare con Belotti! Intanto pensiamo a vincere domenica in Macedonia, sperando in un pareggio tra Albania e Spagna! 

italia

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.