Italia: non è buona la prima per Ventura

244
Giampiero Ventura CT Italia

ITALIA : Non “buona la prima” per l’esordio di Ventura. Inizia maluccio l’avventura dell’ex granata contro la Francia. 

ITALIA: VENTURA. MANCANZA DI AMBIZIONE?

L’Italia inizia male la stagione, perdendo sonoramente in casa contro i vicecampioni d’Europa della Francia, ma Ventura ha trovato dei lati positivi anche dopo aver perso 1-3 in casa.
Il C.T. nella conferenza stampa,  ha commentato di essere  rimasto soddisfatto e che “Non potevo pretendere di più... “
Da una parte è stato coraggioso a commentare in modo positivo la sconfitta, anche se la partita era amichevole, però dal mio punto di vista, credo che  un allenatore vincente non avrebbe mai  affermato questo, ma si sarebbe “congelato diplomaticamente” per le successive gare; perché è chiaro che non si può pretendere assolutamente nulla alla prima gara, ma trovare lati positivi dopo tre gol subiti è forse un pensiero da allenatore abituato a palcoscenici di medio livello e non di chi ha l’ambizione di vincere.

Immaginereste mai un Mourinho, un Conte o un Guardiola commentare una sconfitta interna 1-3 con “ …si, abbiamo perso, però …sono soddisfatto…” ?
Purtroppo per una panchina importante come quella della nazionale italiana,  il bagaglio di trofei vinti o di esperienza a certi livelli anche internazionali, da parte di ogni C.T. che la prende in consegna, pesa a livello di carisma nello spogliatoio, pesa anche a livello mediatico e di interpretazione della partita, prima in campo e poi in conferenza stampa per i commenti.
E per Ventura, che proviene dalla gavetta della panchina  provinciale, non sarà facile all’inizio fare un salto di qualità a livello mediatico. Deve anche dimostrare personalità e carattere; ” reggere la pressione” di giornali, televisioni e social network.

LA  PARTITA : 1-3 PER LA FRANCIA

L’Italia parte subito all’attacco, ma per una distrazione difensiva prende il gol all’ inizio da Martial.
Ma la gioia dura poco. Subito dopo Giroud in diagonale raddoppia e la partita si mette sui binari classici dell’ amichevole settembrina. Nella ripresa, spazio a qualche giovane, ma subiamo il terzo gol per errore soprattutto del portiere Donnarumma.

Tirando le somme, possiamo dire che: non si poteva pretendere chissà cosa alla prima partita di stagione, per lo più contro la nazionale francese di Deschamps riconosciuta come giovane, brillante e ben rodata.

La nostra Italia, invece, era assemblata bene, ma leggermente fuori forma e con la concentrazione non ai massimi livelli. In difesa si è sentita tanto l’assenza di Bonucci.

Buono il ritorno a centrocampo di Verratti.

IN ISRAELE NON SI SCHERZERA’ PIU’

Non bisogna snobbare queste amichevoli, perché sono fondamentali per i punti del Ranking Fifa e perdere vuol dire anche scendere in classifica con le relative conseguenze quando si faranno i futuri sorteggi per le competizioni.
Comunque il battesimo in panchina azzurra di Ventura è stato negativo.

Adesso ci aspettiamo un riscatto e una vittoria lunedì ad Haifa in Israele, per la prima partita di qualificazione per i prossimi mondiali.

Mister… c’è poco da sorridere! Mi auguro che lunedì possa riscattarsi alla grande!

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.