Jordi Alba fa tramontare il sogno valenciano

238

Il laterale sinistro segna il goal dell’1-1 e il pubblico non gradisce. Il Barcellona resta a +4

Pre-partita

Marcelino è costretto a rinunciare a Murillo sostituito da Garay. Neto in porta tra i più in forma, difesa con Montoya a destra e Gayá a sinistra. Centrocampo solito con Soler, Parejo, Kondogbia e Guedes, davanti Rodrigo Moreno e Zaza, con l’italiano che sembra aver recuperato dalla lesione al menisco dopo il turno di riposo contro l’Espanyol.

Valverde ha più problemi di formazione con Mascherano squalificato e Piqué infortunato. In porta va Ter Stegen, in difesa Semedo, Vermaelen, Umtiti e Jordi Alba (ex Valencia). In mezzo Rakitic, Busquets, Iniesta e Paulinho. Davanti Suárez e Messi.

SEMrush

Il tiki taka del Barcellona

I catalani dominano il primo tempo con un possesso palla incredibile. 70% a favore dei blaugrana. Messi dopo aver spaventato la Juventus a Torino nel secondo tempo, vuole decidere la partita. Tira da fuori, Neto incredibilmente non trattiene, la palla entra di qualche metro ma l’arbitro non la vede.

In Spagna non c’è la var e l’arbitro non concede il goal. L’argentino e tutto il Barcellona protestano contro la terna arbitrale. Occasioni per Suarez che si aggiusta la palla ma Neto para e per Zaza che calcia fuori. I blaugrana meritavano qualcosa di più.

Il cuore arancione di Rodrigo

Inizia il secondo tempo: Guedes imperversa sulla sinistra. Prima offre un pallone che Zaza calcia fuori, poi dribbla Ter Stegen che però poi si riprende il pallone. Infine scambia con Gayá che crossa basso. Rodrigo anticipa Semedo sul primo palo ed è il goal che l’attaccante brasiliano naturalizzato spagnolo dedica allo scomparso Presidente del Valencia Jaume Ortí indossando una parrucca arancione che gli viene offerta dal raccattapalle.

Jordi Alba il “traditore”

Ci prova Suárez da fuori ma Neto respinge. Messi porta palla al limite dell’area, scodella un pallone perfetto che Jordi Alba, l’ex, mette in rete con un grande tiro di sinistro al volo. Il catalano esulta, dagli spalti vola di tutto come l’anno scorso quando Neymar fu colpito da una bottiglia dopo il goal del 3-2 nel recupero. E’ il goal del giusto 1-1 che il Mestalla non gradisce. Minuto 93°: occasionissima per Andreas Pereira che calcia fuori e un minuto dopo crossa per Zaza che ha la palla della vittoria ma la calcia fuori al volo.

Triplice fischio: il Barcellona ha giocato meglio ma il Valencia ha tenuto testa ai catalani e ha dimostrato di meritare la seconda posizione in classifica. Problemi anche per Guedes che sarà operato al piede sinistro per una lesione del quinto metatarso prima che si trasformi in frattura e Garay con una lesione ai muscoli addominali.

Jordi Alba ha chiesto più rispetto al pubblico valenciano e poi dice letteralmente “decidí marcharme a Barcelona, que es de donde soy, y es el mejor equipo del mundo“. (Decisi di andare a Barcellona, da dove provengo, ed è il miglior club del mondo).

Il Mestalla in estasi

Il Barcellona sarà anche uno dei più grandi club al mondo, dove Jordi Alba ha vinto campionato, Coppa di Spagna, Supercoppa Spagnola, Champions League, Supercoppa Europea e Coppa del Mondo per Club. Praticamente tutti i trofei a sua disposizione. Rimarrà nella mente dei presenti l’omaggio a Jaume Ortí e la prova della loro squadra all’altezza dei grandi campioni del Barcellona. Da sottolineare anche l’omaggio del pubblico di casa per Andrés Iniesta al momento della sostituzione per Denis Suarez. In precedenza era entrato anche Deloufeu che però non ha inciso. Nel Valencia nel corso del match sono entrati Ruben Vezo per Garay infortunato, Pereira e Santi Mina all’89°.

Il prossimo turno

Nella prossima giornata il Barcellona giocherà contro il Celta Vigo in casa, il Valencia invece andrà a Madrid per affrontare il Getafe al Coliseum Alfonso Pérez. I tifosi che sognano una vittoria nella Liga che manca da tanti anni. Amunt!

Jordi Alba contestato: merito rispetto – Fox Sports

La vittoria per 3-2 del Barcellona a Valencia nello scorso campionato

 

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.