JUVENTUS: Già meglio dello scorso anno

249
Photo by Imagesport

Certo che sembra strano aver già fatto meglio dell’anno scorso.

JUVENTUS: A Molti tifosi non sono ancora passati gli incubi relativi alla passata stagione, quando a questo punto eravamo ancora al palo.

L’anno scorso le colpe erano equamente divise tra Allegri, che comincia sempre male le stagioni e la perdita di 3 elementi fondamentali come Pirlo, Tevez e Vidal. Ma anche quest’anno abbiamo dovuto rinunciare a due colonne come Pogba e Morata. Va detto  che nelle prime due partite mancava Marchisio che fu sostituito da Padoin, un professionista, un portafortuna ma di sicuro non un regista. Ma anche quest’anno siamo senza Principe regnante e nella cabina di regia agisce Lemina che corre come un pazzo, ha anche dei bei colpi ma ricorda piú Davids che Pirlo.

Di sicuro non può essere merito dei nuovi acquisti, visto che Higuain in due partite non ha giocato nemmeno un’ora, Pjaca nemmeno 5 minuti e Pjanic non è nemmeno entrato in campo. Gli unici scesi in campo sono stati Dani Alves e Benatia.

Ma allora cosa è cambiato?

Rispetto alla partenza orribile dell’anno scorso, sul centro destra agisce un signor giocatore. Uno che conosce il suo mestiere come pochi.

In poche parole stiamo parlando di Sami Khedira.

Già determinante con la Fiorentina con un gol ed una percussione che ha fatto felice il Pipita, segna un gol preziosissimo che permette di sbloccare una partita complicata.

Ma fosse solo per i tre punti conquistati sarebbe ancora poco per spiegare il peso di questo tedesco nell’economia del gioco di Allegri.

Ieri Khedira si è visto poco o niente nel primo tempo. Come tutta la Juve, deı resto.

Forse il caldo, forse queste due partite a mercato ancora aperto sono troppo strane, forse il mese di agosto è più adatto al mare che ai match pomeridiani, fatto sta che la squadra si prende un ora di permesso e si fa imbrigliare da una Lazio attenta e volitiva che, disposta a specchio chiude tutti i varchi.

Mancando un regista illuminato, si avverte ancora di più l’assenza del suo vice in campo. Niente Pjanic, niente Bonucci, tocca a Dybala accendere la luce, ma rispetto a sabato scorso non trova collaborazione in un Dani Alves svagato e spesso fuori posizione.

Il primo tempo si conclude senza emozioni se non una palla che attraversa l’area piccola di Buffon con Benatia che libera sul tentativo di conclusione di Lulic e un colpo di testa di Dybala senza troppe pretese che Marchetti disinnesca in due tempi.

Il secondo tempo inizia da dove era finito il primo con gli stessi ritmi bassi. Perché poi si debba giocare alle 6 di un pomeriggio di agosto ancora non è chiaro, con buona pace dello spettacolo.

Quando scocca l’ora di gioco la Juve ha come un sussulto e comincia ad essere più insistente nel puntare la porta di Marchetti. Ne scaturiscono nell’ordine un gran tiro centrale di Mandzukic con Dybala che intercetta la respinta e manda di poco fuori sul secondo palo e Khedira che su splendido tacco del solito Dybala non capitalizza.

Ancora qualche minuto e la Juve passa in vantaggio.

Sul lancio dalla trequarti dell’onnipresente Dybala, Khedira compie un movimento da centravanti navigato e facendo perno sul sinistro manda la palla sul palo opposto.

Da qui in poi la palla serve solo per mettere a referto la prima patata dell’anno di Buffon e l’ingresso di Pjaca che nei 5′ finali disorienta Radu con un movimento degno del miglior Ronaldo (il brasiliano, per intenderci) ma conclude in bocca al portiere quello che poteva essere l’esordio perfetto.

Ora resta da chiarire se Khedira comincia a giocare quando cresce la Juve o se la squadra cresce quando l’ex madridista sale in cattedra.

Il mio voto lo dovendo per la seconda ipotesi.

Se stavolta, all’uscita dell’Olimpico siamo a più 6 rispetto all’anno scorso il merito è da attribuire per la maggior parte a questo tedescone di rara sapienza calcistica.

A questo punto il dilemma che si pone è un altro. È davvero necessario un ulteriore centrocampista o è meglio comprare un fisioterapista che permetta a Sami di disputare finalmente una stagione completa?

Nell’attesa che gli ultimi giorni di mercato chiariscano il dubbio, preghiamo il Signore di conservare Khedira in buona salute il più possibile.

a cura di Carlo Graziano

 

Leggi anche…..Juventus: Se il buongiorno si vede dal mattino….buongiorno!

 

 

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.