Juventus-Napoli, che il duello abbia inizio

255
Juve Napoli

Napoli: nella tana del lupo

Siamo solo alla settima giornata e il Napoli è già chiamato al primo crocevia del campionato. Se si vogliono nutrire speranze di scudetto, la squadra di Ancelotti è chiamata a fare una prova super allo Stadium. Fare questo tipo di discorsi era impensabile ad inizio di stagione dove, tra lo scetticismo di un mercato poco esaltante e alcune prove opache in campionato che hanno fatto allontanare un po’ i tifosi dalla squadra, si presagiva una stagione anonima. Ancelotti dal canto suo ha fatto prevalere la sua esperienza e la sua duttilità tattica per calarsi subito nella realtà Napoli e mettere in soffitta il Sarrismo anche se non totalmente.

Koulibaly e il suo capoccione

Sono passati già cinque mesi, ma il ricordo è ancora fresco. Fu una gara tiratissima dove a deciderla è stato un eroe che non ti aspetti, un uomo che si è preso la sua rivincita dai “buu” razzisti di qualche anno fa. Koulibaly col suo volo d’angelo, soffiò in porta una rete carica di speranze che si sono distrutte in un albergo fiorentino come ha rimarcato sempre Sarri. Ora quell’ombra deve essere spazzata perchè c’è un futuro da dover costruire e questo futuro deve essere radioso.

Sfida a scacchi

In passato Allegri ha sempre trovato il modo per fermare il Napoli, avvantaggiato dal fatto che Sarri giocava sempre e in un solo modo. Paradossalmente si può essere più fiduciosi ora che in precedenza, perchè Ancelotti è un uomo di grande caratura, abituato alle grandi sfide. La sua duttilità tattica sarà fondamentale per confondere le idee al tecnico juventino nonostante abbia uno squadrone tra le mani anche se Ancelotti pian piano sta scoprendo tanti giocatori che possono essere utili alla causa e che gli anni passati sono stati messi in naftalina suscitando malumori presidenziali.

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.