La Juventus vola da Martinez a CR7

411
Cristiano Ronaldo - Juve-Sassuolo

Da Martinez a CR7

Ah, come sono lontani i tempi dell’abominio. Come sembrano remoti quei periodi orribili fatti di Serie B, settimi posti, dei Ferrara e dei Ranieri in panchina. Qualsiasi calciatore di un livello che fosse già medio-alto sembrava inarrivabile. Pensare di avere in rosa un certo CR7 sarebbe sembrata una follia, talmente era ed è enorme la risma dell’atleta in questione e tanto era bassa la percezione dei bianconeri in Europa ed in Italia. Il top possibile era rappresentato dal Malaka Martinez (con tutto il rispetto).

La fine di una squadra gloriosa?

L’onda e l’onta di Calciopoli hanno quasi spazzato via uno dei club più gloriosi del mondo e solo grazie ad una nuova e giovane società con le idee chiare e progetti a lungo termine ha fatto sì che si arrivasse ad oggi con una Juve autorevole ed autoritaria sia sul campo da gioco che nel campo del mercato.

Il ritorno in grande stile

Non per nulla, i nomi che oggi si accostano alla Juventus sono quelli di Marcelo, Pogba, De Ligt, Lukaku, non so se mi spiego.

Già adesso che il calciomercato estivo è lontano, Paratici & co. stanno gettando le basi per quella che sarà la squadra del futuro.

I nomi

Ma passiamo ai nomi, appunto.

Pogba(ck): non è un mistero che il rapporto con Mourinho non sia ai massimi livelli e che il Polpo muoia dalla voglia di tornare nella squadra che lo ha visto crescere e diventare grande.

Romanticamente non ci sarebbe nemmeno da discuterne, Paul a Torino e tutti felici. Ma ricordiamo che è stato pagato, solo due anni fa, circa 120 milioni di euro il che, ovviamente, porta lo United a valutarne la cessione. Cessione a  determinate condizioni e che non siano di perdita o che impatti il meno possibile sui conti e sulle minusvalenze.

La Juve sta alla finestra consapevole che la volontà del giocatore sarà la reale leva per un eventuale trasferimento per cui il Manchester dovrà, gioco forza, sottostare se non vorrà bruciare un capitale del genere.

Marcelo: il suo legame con CR7 è ben noto e già quest’estate si era vociferato (e forse era anche più di una voce) di un suo arrivo sotto la Mole. Ovviamente le cifre anche per lui sono monstre, certo, non come quelle di Ronaldo ma parliamo, comunque, di diversi zeri per lo stipendio e per il cartellino. Chi vivrà vedrà.

de Ligt: grandissimo prospetto ma già ampiamente maturo, l’olandese dell’Ajax classe 1999 è già sul taccuino dei dirigenti da diverso tempo. Ci sono, però, due macigni: la concorrenza dei grandi club come City, compagnia cantante e Mino Raiola, agente dell’olandesino. Quest’ultimo punto è quello che sembra il più ostico ma anche no allo stesso tempo visti gli ottimi rapporti dell’agente con Pavel Nedved diventato, ormai, a tutti gli effetti una colonna della dirigenza bianconera.

Lukaku: il potente belga, attaccante di sfondamento ma, comunque, con un’ottima tecnica, sembra essere anche lui nel mirino del cecchino Paratici. Potrebbe prendere il posto di Mandzukic e non perchè il croato andrà via (sta per firmare il rinnovo che sarà, con tutta probabilità, quello che lo porterà a fine carriera) ma perchè ha le caratteristiche di sacrificio che possiede il buon Marione e che potrebbe dare ad Allegri la possibilità di alternare.

Sognare non costa nulla

Fantamercato? Beh, chi vivrà, vedrà. Sta di fatto che la Juventus attuale sembra non temere più alcun vincolo (senza fare follie, ovvio) ed i campioni di oggi si avvicinano più che volentieri alla società torinese. Comunque vada, ne vedremo delle belle.

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.