La parola ai tifoblogger: i nostri tifosi commentano la propria squadra

275

La parola ai tifoblogger: i nostri tifosi commentano la propria squadra. Una carrellata di brevi giudizi sulla stagione appena finita

La parola ai tifoblogger di Destrosecco per esaltare o riempir di lodi, criticare o denigrare, processare od apprezzare la stagione appena conclusa. Il nostro organico spazia da serie A con le grandi squadre sempre presente fino al Lega Pro con il Parma e il suo sogno di tornare fra i grandi.

Lo juventino Giuseppe:”Si può essere insoddisfatti con tutte queste vittorie in sei anni? Record stracciati e primati assicurati? Sei anni senza mai sfigurare in Europa? E la finale di Champions persa, ancora? E’ come una splendida sinfoniain cui proprio nel momento più alto arriva una nota stonata così forte da rovinare tutto“.

Il romanista Fabio“La stagione più che sufficiente per il campionato. Considerato che siamo arrivati secondi dietro ad una Juventus cannibale, più di 87 punti sarebbe stato difficile farli. Nelle coppe abbiamo fatto malissimo. Voto generale 6,5“.

Il napoletano Luigì: “Stagione straordinaria. Non era facile migliorarsi dopo la cessione di Higuain. La svolta è stata l’intuizione di Mertens punta centrale che ha permesso a lui e compagni di segnare tanti goal”.

La grande conquista dell’Europa, la parola al bergamasco Gianluca“Descrivere i sentimenti dopo un’annata così straordinaria è veramente dura!Stagione storica, indimenticabile, meravigliosa, unica e da record: una città intera felice come non mai! La stagione perfetta!”.

A seguire il laziale Luca: “Un bicchiere di champagne dal retrogusto amaro. Stagione da incorniciare, peccato per la finale persa contro la Juve. Inzaghi rivelazione dell’anno insieme alla Nord, tornata a tifare alla grande, regalando coreografie da galleria d’arte. Il prossimo anno riuscire a consolidare, cosa mai riuscita a Lotito“.

E la piccola Europeina del miilanista Stefano: “Il Milan ha disputato una stagione più che dignitosa. Ha raggiunto l’Europeina, mini obiettivo stagionale. Momenti da commozione il passaggio da Berlusconi a Yonghong Li ed entrambi i derby. Palpitazioni quest’anno non sono mancate”.

Il fallimento dell’Inter nelle parole nerazzurre di Shady: “Ennesima rinascita fallita, ancor prima di iniziare. Pochi alti e troppi bassi, tutto è andato quasi storto. Non è la legge di Murphy. Le responsabilità sono evidenti e la nuova società paga la poca esperienza e la mancanza di un fronte comune. Spogliatoio da rifondare, tutti singoli e nessun gruppo. Ennesimo anno zero“.

Soddisfazione in casa del Chievo, la parola ad Emiliano: “Una squadra a due volti. Salvezza raggiunta con largo anticipo l’obiettivo prefissato, poi un notevole calo verso la fine. Positivo l’exploit di Inglese in doppia cifra e la seconda giovinezza di Pellisier. Le sorprese: De paoli e Bastien“.

Non nasconde disappunto il tifoso genovese Luca:”Stagione strana iniziata con entusiasmo e giunta all’apice con la vittoria contro la Juve. Poi una lunga discesa verso il baratro, il ritorno di Juric e la salvezza ottenuta con il cuore. In questa piazza c’è bisogno di cuore. Qui ogni tanto si sogna ed ogni tanto si lotta“.

Torino, la parola al granata Paolo, tifoso deluso, ma dal taglio originale: “Tutto sommato la stagione anonima disputata dal Toro ha avuto anche i suoi lati positivi: per tutto il girone di ritorno il mio umore domenicale e’ stato pochissimo condizionato dal risultato e quando c’era da scegliere tra partita del Toro in tv e…qualunque altra cosa, sceglievo senza rimorsi l’altra cosa.Purtroppo dalla malattia del tifo granata non si guarisce così facilmente e l’augurio per la prossima stagione è di soffrire fino alla fine per un posto invece Europa League”.

Palermo, la parola a Giuseppe, una retrocessione inaspettata: “L’obiettivo salvezza è sfuggito a metà campionato. Mercato irrisorio, giocatori inadeguati, società poco lungimirante. Qualche bella sorpresa come Lo Faso e Nestorovski lasciano speranze per il futuro, come il nuovo Baccaglini speriamo che ci riporti in A“.

Il tonfo del Pescara – la parola a Davide:”Stagione disastrosa sia gestionale che tecnica. Non abbiamo imparato niente rispetto a quattro anni fa. Sono tutti colpevoli della retrocessione umiliante”.Delusione in casa Udinese – la parola ad Antonino: “Vista da Udine – italiche delusioni e globalizzazione del calcio”.

Bari – la parola a Francesco, che la definisce fallimentare: “Stagione fallimentare. Presidente ancora troppo acerbo, ds deludente. Hanno perso i nostri giovani gioielli, si sono affidati a un Maniero subito fuori forma, a gennaio poi hanno tentato di rimediare, ma tutto è stato vano. Bocciati i preparatori atletici”.

Un dolore atroce per il povero Latina di Ylenia, che commenta così: “Pessimo campionato e poi anche il fallimento. Le prese in giro. Siamo molto amareggiati e delusi. Non si sa di che morte moriremo, abbiamo vissuto un’avventura da sogno: la B. Che dire di più? “.

Parma – la parola a Claudio, stracontento per questa promozione in B del Parma: “Stagione incredibile, dai due volti. Le difficoltà in campionato, le accuse dei tifosi, poi la reazione di una squadra che inizia a dare il massimo nei play offe e clamorosamente riesce a vincerli. Cos’ho provato? Paura, rabbia e un po’ di rassegnazione; poi esaltazione, felicità e una gioia”.

La parola ai tifobloggers

Con questo abbiamo chiuso! I nostri tifoblogger hanno giudicato con cuore e testa la loro squadra nella stagione appena conclusa. Noi cerchiamo di essere la voce dei tifosi sul web e sui social!

A presto e continuate a seguirci

🙂

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.