La Roma è diesel e ricomincia da tre!

249
Roma Verona

Poco più di un allenamento contro il Verona. 3-0 con grande ritorno di Florenzi!

LA ROMA ricomincia da tre. Terza partita casalinga stagionale tra campionato e Champions.
Vince 3-0 in scioltezza contro un Verona in crisi di risultati e con l’allenatore Pecchia in odore di esonero dopo appena 4 giornate.
Tre punti quindi, da mettere in classifica dopo che lo stop della settimana scorsa, ci avevano frenati nella corsa al vertice.
La partita è stata poco più di un allenamento. Di Francesco saggiamente fa il turn over e fa riposare Juan Jesus, Strootman, Perotti e Defrel.
Lancia sin dal primo minuto i giovani Pellegrini e il turchino Under, più El Sharaawy sempre pericoloso e Fazio in difesa. Sotto il diluvio il primo gol della Roma. Bel fraseggio tra Dzeko- El Sharaawy, assist perfetto per Nainggolan e sblocca la partita che poteva mettersi su un piano rischioso visto che stava piovendo a dirotto. E la Roma spesso soffre il campo allagato.

IL RADDOPPIO è opera d’arte di Bello de nonna tornato alla grande dopo 11 mesi di calvario.
E’ stato devastante oggi e la sua assenza ha pesato non poco anche nel campionato scorso.
Bellissima la corsa sulla fascia, il rientro e l’assist al bacio per Dzeko col pallone con su scritto ” basta spingere” e il bosniaco non si è fatto pregare. Il terzo gol ad opera sempre di Dzeko, una zampata su assist di Kolarov. Bellissima azione.
Nel finale spazio anche per Gerson, Hector Moreno e soprattutto Patrick Schick.
Adesso ci resta solo il rientro di Karsdorp e la rosa è al completo.

La Roma poteva fare almeno 10 gol senza esagerare. Un palo di Under, più tantissime altre occasioni mancate per poco. Però va bene così. L’importante erano i 3 punti e quelli son arrivati.

SEMrush

Dopo Verona, incontreremo il Benevento mercoledì e l’Udinese sabato. Inutile dirvi che pretendo i 9 punti. Per poi giocarmela a Milano.

Ecco il commento del mister Di Francesco ai microfoni.  “Dzeko? Io sono qui per facilitare i giocatori non per complicare le cose. Per diventare grandi si deve soffrire assieme, lo ha capito anche lui, si è messo a disposizione della squadra oggi.”

Daje Eusebio daje così! 

Di Francesco Roma

 

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.