ATALANTA: la rosa per Rovetta

306

Presentazione della rosa allo stadio Atleti Azzurri d’Italia di Bergamo…chi sono i 28 che partiranno, cosa chiedono i tifosi e quali le risposte?

Nella mattinata di ieri, con il sole cocente dei primi giorni di luglio, la calma cittadina di Bergamo è stata allietata dai boati derivanti dallo stadio…un clima di festa e passione che accoglieva il nuovo volto dell’Atalanta, bambini entusiasti, ragazzi di tutte le età con le rispettive consorti e anche qualche anzianotto, si sono abbracciati intorno alla loro fede curiosi di captare almeno una parola nuova per poter sperare in un annata buona. Ma vediamo insieme inanzi tutto, i 28 della rosa che partiranno per il ritiro di Rovetta, consapevoli che alcuni dei presenti potrebbero non concludere il ritiro in nerazzurro e che qualche volto nuovo si potrà aggiungere strada facendo…

I giocatori che formeranno la rosa che mister Gasperini ha deciso di portare in ritiro sono:

Bassi Davide, Brivio Davide, Caldara Mattia, Carmona Carlos, Cigarini Luca, Conti Andrea, D’Alessandro Marco, Djimsiti Berat, Dramè Boukary, Freuler Remo, Gagliardini Roberto, Gomez Papu Alejandro, Kessie Franck, Kurtic Jasmin, Masiello Andrea, Mazzini Stefano, Migliaccio Giulio, Monachello Gaetano, Paloschi Alberto, Petagna Andrea, Radunovic Boris, Raimondi Cristian, Spinazzola Leonardo, Sportiello Marco,Stendardo Guglielmo, Suagher Emanuele, Rafael Toloi, Mauricio Pinilla (raggiungerà il ritiro a fine luglio per aver giocato la copa America).

Tra i più acclamati dai tifosi Gomez, Cigarini, Migliaccio, l’instancabile Raimondi, ma c’è anche molta attesa per Paloschi e per come si comporterà con la nuova maglia. Molta curiosità e aspettativa anche nei confronti del nuovo tecnico Gasperini alla quale i tifosi chiedono a gran voce un enorme sforzo, il coro si alza sempre più nitido               “Gasperini portaci in Europa” per non far in modo che le parole possano essere fraintese e portate via dal vento, un enorme striscione chiaro e schietto “La nostra passione ci spinge ad osare, scalando montagne per arrivare alla vetta…oggi insieme proviamoci ancora, conquistando l’Europa, toccando le stelle!” Parole nitide scritte nel cielo, atte oltre ad incoraggiare la squadra a qualche traguardo in più, a ricordare due curvaioli morti nelle scorse settimane sulle vette del Monte della Disgrazia in provincia di Sondrio. A proposito di questo tutta l’Atalanta B.C., la curva e la rosa nerazzurra, si è stretta in un minuto di silenzio commovente anche per chi non li ha mai conosciuti, urlando al cielo i loro soprannomi.

Tornando alle richieste dei tifosi, mister Gasperini prende la parola e si può dire che qualche buona speranza la lascia trasparire, ovviamente senza urlarlo hai quattro venti ma prende la sfida in modo molto positivo e questo ai tifosi piace. Un pò più di basso profilo le parole del presidente Percassi che ci fà tornare con i piedi per terra e ci ricorda cos’è l’Atalanta, quasi in modo scaramantico, impaurito forse dall’entusiasmo che pare essersi creato nell’ultimo periodo tra i supporter Bergamaschi. Dopo qualche coro e i saluti si parte per il Centro Sportivo Marinoni di Rovetta…inizia ufficialmente il nuovo campionato e chissà che sia ricco di passione e sorprese.

Ciao a tutti e Forza Atalanta

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.