La settimana No di Parejo

351
Dani Parejo, il Capitano del Valencia cf
Dani Parejo con la maglia del Valencia

Prima il rigore sbagliato contro la Juve, poi l’espulsione nel derby con il Villareal, il Capitano è sotto critica.

Valencia-Juventus

Marcelino aveva preparato bene la partita. Ruben Vezo al posto di Piccini sul lato destro, Guedes per la prima volta dall’inizio, Wass con Parejo in mezzo, Soler sull’altra fascia, davanti Rodrigo Moreno e Batshuayi. L’espulsione di Ronaldo aveva messo la partita sulla giusta carreggiata, ma due errori difensivi hanno condannato il Valencia, colpito due volte da Pjanic dagli undici metri.
E quando l’arbitro ha fischiato per la squadra di casa il calcio di rigore, Parejo, il Capitano, si fa ipnotizzare da Wojciech Szczęsny, il portiere che ha sostituito Gigi Buffon.
Proprio lui, il pararigori, il Capitano, convocato con la Nazionale spagnola prima dei Mondiali, ma poi rimasto a casa nella spedizione fallimentare di Lopetegui, poi sostituito da Hierro.

Villareal-Valencia

Dopo la delusione del Mestalla, i murcielagos giocano la quinta giornata di Liga contro il Villareal, il sottomarino Giallo all’ Estadio de la Cerámica. La partita è molto tattica, dato che si affrontano due 4-4-2. Calleja Revilla schiera Asenjo in porta, Gaspar, Gonzalez, Ruiz e Costa in difesa. Fornals, Trigueros, Funes e Layun in mezzo, davanti Bacca e Moreno con Sansone in panchina. Marcelino fa ruotare i suoi uomini e in difesa fa rientrare Piccini e Diakhaby al posto di Ruben Vezo e Murillo. A centrocampo gli esterni sono Ferran Torres e Cherishev. Davanti turnover con Santi Mina e Gameiro.

Nel primo tempo un’occasione per parte, con Cherishev che prova il tiro a giro e con Gonzalez che colpisce alto di testa da ottima posizione su azione d’angolo. Nel Valencia entrano Guedes, Coquelin e Batshuayi ma subito Parejo va a fare la doccia per una scivolata pericolosa a centrocampo. Guedes calcia dal limite ma Asenjo devia in corner.
Più Valencia che Villareal ma non arriva la prima vittoria.

Il punto: l’attacco che non segna

Le critiche: Parejo e Neto nell’occhio del ciclone. I tifosi chiedono che Soler, Torres e Guedes abbiano più spazio, aspettando il rientro di Guedes dall’infortunio.
L’attacco non segna: Rodrigo Moreno, corteggiato a lungo dal Real Madrid questa estate, non è il bomber dell’anno scorso. Anche Santi Mina, deve trovare la migliore condizione con un minutaggio minore. Gameiro e Batshuayi, arrivati questa estate non riescono ancora a sbloccarsi.
L’allenatore: Marcelino è attaccato dai media locali, dopo una stagione passata a tesserne le lodi.
Il Valencia, con 4 punti in 5 partite nella Liga, è ufficialmente in crisi e anche la qualificazione in Champions è molto difficile dopo la sconfitta in casa. Ma mancano 5 partite, 5 finali, e il Valencia se la condizione arriva, può sorprendere tutti. Amunt!

Villareal-Valencia

Festa gialla al Mestalla: l’anno scorso

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.