La TOP 5 dei Campionati esteri in Nazionale: Trascinatori e rigenerati!

304

La Rubrica TOP 5 è tornata. Il capitolo di oggi è un po’ speciale. Infatti è dedicato ai giocatori, dei campionati esteri, che si sono comportati bene in Nazionale. Ci sono giocatori che nei loro club fanno fatica ad imporsi e invece con la Nazionale risultano decisivi sia partendo dall’inizio oppure entrando a partita in corso. Volete sapere i nomi? Eccoli.

LIGA: KYOTAKE (Siviglia) (Giappone): nel club gioca poco, pochissimo. Con la nazionale, invece, è determinante. Segna una rete su rigore contro l’Oman nella vittoria per quattro a zero. Si ripete contro l’Arabia Saudita segnando il momentaneo uno a zero (la partita è finita 2 a 1) sempre dal dischetto. CECCHINO

PREMIER LEAGUE: DEPAY (Manchester United) (Olanda): gli “Orange” hanno giocato contro il Lussemburgo. La partita non era un’amichevole ma era valevole per la qualificazione ai mondiali. Nonostante, sulla carta, fosse una partita abbastanza facile non è stato così. Lui è entrato nella ripresa sul risultato di uno a uno. Dopo pochi minuti ha segnato, di testa, la rete dell’uno a due. Nei minuti finali ha realizzato il 3 a 1 con una punizione formidabile. Doppietta contro il Lussemburgo. Anche lui col suo club trova poco spazio ma in Nazionale si è fatto valere. RIGENERATO

LIGUE1: ROLAN (Bordeaux) (Uruguay),: dopo la rete in campionato, si ripete con la nazionale. Un goal importante nella sfida contro l’Ecuador. Ha segnato la rete del due a uno in maniera bella e fortunata. Dopo la goffa respinta del portiere è stato servito dal compagno e di tacco l’ha messa dentro. FACCIO SOLO GOAL BRUTTI

GROSICKY (Rennes) (Polonia): Qualche settimana fa aveva fatto una doppietta regalando alla sua squadra i tre punti in campionato. Era entrato nella ripresa e l’ha risolta da solo. In Nazionale è partito titolare contro la Romania e dopo dieci minuti l’ha sbloccata in modo spettacolare. E’ partito da metà campo ed è andato avanti superando quattro avversari. Dopo averli saltati come birilli, si è trovato da solo davanti al portiere e l’ha battuto. GRINTA, CORSA E QUALITA’.

Bundesliga: Gnabry (Werder Brema) (Germania): Passare dall’under 21 alla prima squadra è un salto importante. La partita non era difficile, anzi. Però segnare una tripletta all’esordio anche se, contro il San Marino, è comunque da ricordare. Dei goal anche di pregevole fattura, soprattutto il primo e il terzo. Uno a giro e l’altro al volo da riguardare più volte. In campionato si fatica ma anche per lui la Nazionale è stata una boccata d’aria fresca. BUONA LA PRIMA..

Menzione a parte: Ci sono giocatori che non ho messo perché si comportano sempre bene sia in campionato sia con le Nazionali. Ho preferito lasciare spazio a storie importanti. Non ho messo Neymar che ha segnato e ha fatto un assist contro l’Argentina. Non ho messo Messi che dopo la sconfitta contro i verdeoro si è rifatto e da vero capitano a trascinato l’”albiceleste” alla vittoria contro la Colombia segnando una rete e facendo due assist. Non ho messo Lewandoski autore di una doppietta contro la Romania. Anche Carrasco si è fatto notare con un goal contro l’Olanda (in amichevole) e uno contro l’Estonia nell’otto a uno. Anche Eriksen con la Danimarca è stato autore di due goal di cui il secondo da guardare tante volte perché è stato veramente bello.

Questi sono i giocatori che ho scelto per la TOP 5 e quelli che si meritano comunque una menzione speciale dei campionati esteri legati alla Nazionale. Siete d’accordo? Scrivetelo nei commenti e a presto con nuove TOP 5

1 COMMENT

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.