Lanterna Blucerchiata: grande festa coi butei. Due punti persi o uno guadagnato?

310

La Sampdoria gioca l’insolita partita del mercoledì sera contro il Verona. Questa ha un po’ il sapore della gita fuori porta: si vanno a trovare gli amici, si beve, si canta e ci si diverte

Una fratellanza più che trentennale è infatti quella che lega le tifoserie di Sampdoria e Hellas Verona, che si sono ritrovate nel solito clima di festa e rispetto reciproco per questo incontro infrasettimanale.

Sugli spalti, grande entusiasmo, in campo, grande confusione.

Un tempo per parte e un pareggio a reti inviolate, che non sappiamo bene come interpretare. Da un lato, si ha la sensazione di aver perso due punti per il numero di occasioni create (e sprecate), per gli interventi miracolosi di portiere, difensori e legni avversari (e, diciamolo, per la mancanza di un pizzico di cattiveria in più da parte della Sampdoria). Dall’altro, c’è il sollievo di non aver perso un tipo di partita che, gli anni scorsi, ci siamo spesso visti sfuggire di mano (match in cui abbiamo tenuto il pallino del gioco per 80 minuti o più e che poi abbiamo perso all’ultimo secondo con il gollonzo di turno non si contano più).

Turnover o non turnover? Questo è il dilemma

Al centro di tutti questi dubbi è, senz’altro, la volontà del mister di fare turnover per questo incontro. Sicuramente non tanto per far riposare i giocatori, quanto per provare diverse combinazioni, soprattutto di attaccanti.

Personalmente non sono molto favorevole a questo tipo di esperimenti. Credo che, soprattutto nelle partite in cui i tre punti sono alla nostra portata, sia doveroso mettere in campo la formazione migliore possibile per portarsi a casa il bottino pieno. Eventualmente, una volta fatti un paio di gol e messo al sicuro il risultato, avrebbe potuto fare tutti gli esperimenti del caso.

Di certo Giampaolo non poteva aspettarsi una di quelle serate in cui qualsiasi cosa tu faccia la palla non entra, ma forse qualcosina in più potevamo farla.

Cosa mi è piaciuto oggi:

Come al solito, la grande risposta dei tifosi blucerchiati che, nonostante il giorno e l’orario non hanno fatto mancare il loro sostegno ai ragazzi.

L’inesauribile Torreira. Un motorino inarrestabile a centrocampo, il nostro folletto ha sbagliato la prima palla intorno alla metà del secondo tempo. Eccezionale.

Puggioni il temerario, che con i suoi interventi (tra cui uno a testa bassa sul sopraggiungente Pazzini) ha salvato il risultato e ci ha regalato, comunque, l’imbattibilità, ad oggi, in campionato.

Anche se gioca nella squadra avversaria, il Pazzo, sempre nel mio cuore, che ha giocato come un ragazzino ed è stato a mio parere l’artefice principale dell’ottimo primo tempo del Verona. Merita più spazio.

Il bonus per il portiere imbattuto al Fantacalcio. Grazie Puggio!

 

Il tabellino: quale tabellino? 0 a 0 e tutti a nanna.

 

 

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.