Lanterna Blucerchiata: Samp ad un passo dal colpaccio

316

Trasferta libera, tutti a Torino!

Torino-Sampdoria è una gara da sempre molto sentita da noi tifosi blucerchiati e oggi, grazie alla trasferta libera, abbiamo colorato lo stadio con i quattro colori più belli del mondo. Oltre 1200 tifosi hanno infatti invaso Torino per cantare e sostenere il Doria contro tutto e contro tutti. La designazione arbitrale già ci aveva fatto tremare, i valori in campo li conoscevamo, quindi tutto lasciava presagire un grande match con continui ribaltamenti di fronte. E così è stato.

La prima col botto di Duvan Zapata

Un altro motivo per cui tutti aspettavamo con ansia questa partita era l’esordio in blucerchiato di Zapata e Strinic e i due si sono comportati decisamente bene. Al punto che, dopo soli 20 secondi dal fischio di inizio, Duvan ha lasciato il segno con una splendida zampata di sinistro.

Il primo tempo è stato giocato a velocità elevatissime dalle due compagini e purtroppo, dopo il pareggio granata, un erroraccio di Sala ha subito consentito ai padroni di casa di raddoppiare.

Tagliavento non si è smentito e ha fischiato pochissimo a nostro favore (ad un certo punto ci chiedevamo se funzionasse come con la tessera del supermercato…un fallo un punto e si fischia solo a 15 punti), ma, se non altro, per una volta non ha fatto danni.

La situazione l’ha poi risolta Quagliarella che, con uno splendido gol dell’ex, ci ha riportato in parità.

Ombre in campo

Nel secondo tempo, subito il cambio che aspettavo con ansia: fuori Sala e dentro Bere.

Qualcuno, se può, mi spieghi perché Bereszynski debba essere la riserva di Sala e non viceversa, perché io davvero non me ne capacito. Tanto è vero che da quando è entrato lui la fascia che era facilmente territorio di conquista da parte dei granata è diventata solida… Jacopo è un bravissimo ragazzo, ma è dall’anno scorso che è l’ombra di se stesso e mi sembra che ormai Giampaolo gli abbia dato innumerevoli possibilità di riscatto, puntualmente fallite. Basta, io rivoglio titolare Bereszynski, non posso rimanere sempre col patema d’animo ogni volta che vedo il suo nome nell’undici titolare! (Alcuni accusano Bereszynski di non aver spinto sulla fascia, ma a quel punto secondo me è stato un bene contenere gli avversari, visto che abbiamo visto tutti come siano in grado di segnare anche all’ultimo secondo…)

Al termine di un secondo tempo giocato a ritmi decisamente più blandi e costellato da errori da una parte e dall’altra, il risultato finale è quello più giusto. Le due squadre si dividono il bottino, 1 punto a testa e tutti contenti. (Per la cronaca, Quaglia ha anche avuto l’occasione del 3 a 2, sfumata per colpa della traversa.)

La Samp conferma un ottimo avvio di campionato e veleggia sicura nella parte sinistra della classifica, con una partita in meno.

Avanti tutta, marinai! Solo la Sampdoria!

Cosa mi è piaciuto oggi:

Il grande carattere della Sampdoria, che su un campo ostico e contro avversari di valore ha affrontato la partita con un atteggiamento mai rinunciatario e sempre giocandosela.

L’ottimo esordio di Duvan Zapata, che lascia ben sperare per un buon prosieguo del campionato.

Quagliarella, che, come il buon vino, con l’età migliora sempre di più, la nostra roccia, la nostra certezza.

La prestazione di Barreto. Chi mi conosce sa che non sono una sua estimatrice, ma devo dire che da quando è da noi è migliorato tantissimo. Quando occorre, so dare a Cesare quel che è di Cesare (e sono ben contenta di farlo!)

Tabellino

TORINO-SAMPDORIA 2-2

Marcatori: Zapata (S) al 1′, Baselli (T) 12′, Belotti (T) 14′. Quagliarella (S) 34′

Ammoniti: Strinic (S) al 13′ st, De Silvestri (T) 14′ st

https://vimeo.com/234198910

 

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.