Le nazionali dei crociati: ciao ciao, Milik e Montolivo

226

Arkadiusz Milik e Riccardo Montolivo sono i due grandi infortunati, e sfortunati, che durante le partite delle nazionali hanno visto i loro crociati cedere e frantumarsi come se fossero di cristallo, con buona pace di Napoli e Milan.

Ma siamo sicuri che questi infortuni siano una tragedia o una possibilità ulteriore di crescita per le due squadre?

Il fattore umano sicuramente ci porta a pensare che sia comunque una brutta situazione da vivere, soprattutto per l’attaccante polacco che tanto bene aveva fatto finora.

PRO E CONTRO NAPOLI: Di sicuro il lato negativo di questa vicenda è il fatto che il Napoli perda il suo centravanti di riferimento, visto che Milik, dopo l’addio di Higuain in estate, è diventato il perno dell’attacco napoletano realizzando fino a questo momento 4 reti in campionato e 3 in Champions League.

Con la sua potenza e tecnica, ha strappato a suon di goal e prestazioni di alto livello il posto a Manolo Gabbiadini, che purtroppo si è visto relegare in panchina più e più volte.

Ma non tutti i mali vengono per nuocere, Gabbiadini è forte, parliamoci chiaro, Manolo è un centravanti fortissimo che deve solo trovare la giusta continuità, in primis per il bene della sua carriera ed in secondo luogo per il bene del Napoli e della Nazionale Italiana.

Donald Duck, uno dei tanti soprannomi di Manolo, deve correre, deve diventare quel cigno che tutti si aspettano di vedere e di sicuro Sarri punterà tutto su di lui. Per ora si vocifera di un inserimento come “falso nueve” di Mertens o Insigne, ma la realtà è molto diversa, al Napoli infatti serve il vero Gabbiadini.

PRO E CONTRO MILAN: Scusate la ripetizione ma di sicuro il lato negativo di questa vicenda è il fatto che il Milan perda il suo capitano, il perno del suo centrocampo (?), ma a differenza di quanto accaduto al Napoli i rossoneri sono, paradossalmente, la squadra a cui potrebbe più giovare l’assenza di Montolivo.

Personalmente, vedo l’infortunio di Riccardo Montolivo come un’opportunità da sfruttare sia per il collettivo Milan che per i vari Locatelli, Pasalic e Sosa. Locatelli su tutti, potrebbe, se inserito con cautela, magari alternandolo con Pasalic e Sosa, diventare un vero e proprio “crack” in stile Donnarumma.

Il giovane centrocampista rossonero ha già dimostrato di poter far parte di questo gruppo, ora la palla passa a Mr. Montella, che dovrà trovare dentro di se e dentro il campo, il coraggio di inserire questo predestinato nel suo scacchiere tattico.

PARERE FANTACALCISTICO: Chiedo venia per questo piccolo cameo, ma di necessità si fa virtù e come molti italiani, tifosi sfegatati, sono anch’io afflitto dal morbo del Fantacalcio.

La mia lega è un miscuglio di razze regionali, si svaria dalla Sardegna alla Lombardia, passando dalla Liguria fino ad arrivare alla Calabria e il Lazio.

Gli sfottò alla rottura dei crociati di Milik e Montolivo si sono sprecati, ma nella mia lega e sicuramente in molte altre, sarà stato strano notare che mentre l’infortunio del centravanti polacco abbia portato disperazione, quello del centrocampista rossonero abbia strappato qualche risata perfino da chi l’avesse in rosa.

Da questo nasce quest’articolo, quindi vi chiedo: l’infortunio che accomuna Montolivo e Milik, secondo voi è un opportunità o una disgrazia?

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.