LE PAGELLE ROSSONERE: DONNARUMMA E SUSO TENGONO A GALLA IL MILAN

300
sipario

Ennesima lotta quella che si è svolta ieri sera tra Lazio e Milan. La squadra di Montella, ancora una volta, riesce ad acciuffare un risultato utile dopo una buona prova di carattere. Vediamo i promossi e i bocciati di questa partita per le fila Rossonere

 

Mostruosa la prova di Donnarumma. Ancora una volta risponde alle critiche salvando il Milan sul campo
Mostruosa la prova di Donnarumma. Ancora una volta risponde alle critiche salvando il Milan sul campo

 

Che la partita non sarebbe stata facile per il Milan era palese. La squadra di Montella arriva all’Olimpico con ben 8 giocatori titolari indisponibili. Tra infortunati e squalificati, l’Aeroplanino ha dovuto reinventare difesa, centrocampo e attacco.

Nel reparto arretrato la coppia centrale Zapata-Gomez non ha un gran minutaggio alle spalle e l’inserimento di Vangioni è stata un’altra variabile che han dovuto tenere in grande considerazione. C’è da dire che l’esterno argentino ha, almeno nel primo tempo, effettuato una buona prova.  Incommentabile la ripresa. Il giallo ha pesato come un macigno e Felipe Anderson ha potuto fare il bello e il cattivo tempo. A mio parere la prova del reparto difensivo, ieri sera, è stata discreta solo in fase di copertura.  Le ripartenze hanno lasciato molto a desiderare, ma senza Romagnoli e Paletta si sapeva che sarebbe stata una partita di lotta.

A centrocampo bocciatissimo Locatelli. Ovviamente ha tutte le scusante dell’età dalla sua, ma il Milan può aspettare fino a un certo punto. Se si hanno giocatori più pronti (vedi Sosa) allora è giusto che giochino loro. L‘ingresso del Principito ha di fatto aumentato la velocità e la profondità della manovra. El principito merita sicuramente più rispetto e più considerazione. Può davvero uscirne un buon regista. Pasalic non ha impressionato. Solita partita di lotta condita dall’onnipresente confusione che mette nelle sue giocate. Vero che ieri sera la Lazio del primo tempo correva il doppio, ma anche lui potrebbe giocare più rapidamente. Poli, non al meglio, ha comunque offerto una buona fase di interdizione. Peccato che chiedergli di proporre gioco non sia proprio tra le sue corde.

Un centrocampo come quello del primo tempo, più di quello che gli abbiamo visto fare, non può dare. Sono giocatori effettivamente limitati. Sia tatticamente che tecnicamente. L’unico che fa davvero la differenza è Bonaventura. Peccato sia fermo fino all’anno prossimo.

Ottima prova per El Principito. Dovesse garantire questo rendimento sarebbe un buon regista per il Milan
Ottima prova per El Principito. Dovesse garantire questo rendimento sarebbe un buon regista per il Milan

Il reparto avanzato ha visto una grossa rivoluzione. Non ha però pagato come sperato. Ho trovato Ocampos ancora un po’ spaesato e Deulofeu da “falso nueve” ha deluso le attese. Non che io ne avessi, ma molti tifosi si. Secondo me la migliore triade d’attacco che possiamo proporre è composta da Suso, Lapagol al centro e Deulofeu a sinistra. Bacca abbiamo visto non si inserisce nelle manovre ed è giunta l’ora di dare una chance definitiva a Lapadula. Non sarà Bobo Vieri, ma ricordiamoci che è uno che la palla la sa mettere in rete. Facciamolo giocare!

Questo pareggio è stato leggermente più utile al Milan, dovesse vincere con la Viola settimana prossima rimarrebbe agganciato al treno Europa. Sarà una corsa durissima e non so se ce la faremo, soprattutto visti gli infortunati. Di sicuro per provarci, Montella, dovrà rivedere un minimo lo schieramento offensivo. Serve una manovra che dia più profondità, per mettere Deulofeu, Lapadula, Suso e le mezze ali, in condizione di diventare pericolosi. Quantomeno di poter entrare nell’area avversaria o arrivare sul fondo con qualche cross. Ultimamente la manovra del Milan è alquanto prevedibile. Motivo per cui servono sempre delle giocate come quelle di Suso ieri sera per poter segnare un gol.

Personalmente ho la piena fiducia in Montella, ha le sue idee ed è uno che impara dai propri errori. Certo tutto dipenderà dal closing previsto per il 3 marzo. Da quella data si potrà capire quali potranno essere le ambizioni del diavolo per la prossima stagione.

Vediamo, invece, come si sono comportati i nostri beniamini nel dettaglio:

Donnarumma: 7,5 – Ennesima risposta sul campo ai tifosi da quattro soldi, giornalisti a caccia di scoop inutili opinionisti che dovrebbero cambiare mestiere. Il Milan deve ringraziare Gigio per il pareggio di ieri sera. Immobile,Hoedt e Anderson gridano ancora vendetta. Sul rigore non lo colpevolizzo. Gomez era comunque dove non doveva essere. SANTITA’

Abate: 6,5 – Giocatore rinato. E’ in uno stato fisico di grazia. Peccato sia sempre troppo confuso in zona offensiva. Limita al massimo Keita. RITROVATO

Gomez: 5 – Sul rigore arriva come un treno. Ne provoca quasi un altro e non riesce mai, e dico mai, a impostare minimamente l’azione. TRABALLANTE

Zapata: 5 – In una recente intervista è lui stesso ad ammettere che in ogni partita ha dei blackout di concentrazione. Grazie Zapatone, ce ne siamo accorti da soli. Serata da panico dipinto sul suo volto. SPAESATO

Vangioni: 5 – Primo tempo sufficiente, secondo imbarazzante. Nel secondo tempo, Felipe Anderson sembra un adulto contro un bambino dell’asilo. Vangioni lo vede col binocolo. FRASTORNATO

Locatelli: 4 – Un fantasma. Forse sta accusando le critiche e i pesanti cartellini rimediati. Va assolutamente tutelato e fatto riposare qualche domenica. ECTOPLASMA

Sosa: 7,5 – El Principito. Entra e da la svolta al match. Due tocchi e via in profondità. Riuscisse a giocare sempre così, potrebbe anche continuare a camminare e non a correre in campo. Ottima l’iniziativa per Suso in occasione del gol. IN RIPRESA

Pasalic: 5 – Una delle sue serate di vacanza. Ogni tanto fa così. Sparisce per ricomparire il giorno dopo a Milanello. Manca continuità. INTERMITTENTE

Poli: 5,5 – Almeno ci mette l’anima. Come si fa a criticare un giocatore consapevole dei propri limiti, ma che tenta sempre di superarli? Peccato non fosse al top fisicamente. SOLDATINO

M.Fernandez: 5,5 – Altra incognita del centrocampo. Fin’ora sempre pochissimi minuti. Ieri sera i meno peggio. Entra nell’azione del pareggio. Fisicamente è ancora out. CONVALESCENTE

Suso: 7 – Primo tempo da 4. Forse i peggiori 45 minuti. Il gol che però regala un punto d’oro è pura tecnica. FENOMENO

Ocampos: 4,5 – Spreca un contropiede nato da Deulofeu. Anzichè ridarla al centro tenta un tiro impossibile. Confuso e fuori dai giochi. Necessita di un grand rodaggio. FUORI FASE

Lapadula: 6 – Entra e mette la solita ansia ai difensori avversari. Mister, a quando 5 partite di fila per Lapagol? SCALPITANTE

Deulofeu : 5,5 – Serata no. Si vede quanto sia fuori forma. Peccato per Ocampos che gli leva la palla dai piedi sul contropiede incriminato. Per il resto serata da spettatore non pagante. APPANNATO

Montella: 6 – Sufficienza per i cambi azzeccati. Partire però con quel tridente girda vendetta. Perchè non vedi proprio Lapadula per qualche partita ? Dai Mister, sei sulla strada giusta. TESSITORE

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.