LE PAGELLE ROSSONERE: MONTAGNE RUSSE MILAN

215
sipario

Milan crisi niang

 

Torino-Milan stava diventando un tormentone. Il caso ha voluto che si incontrassero a distanza di pochissimi giorni. Il match di ieri sera ha avuto però esito diverso dai primi due. Bisogna ammettere che le partite non sono state poi così diverse

Quella che ci si aspettava era una battaglia. Così è stato. Peccato che il Milan, per la prima mezz’ora, abbia fatto da spettatore non pagante. Peggio di così non poteva iniziare la gara e il Torino ha infatti punito il Milan andando sul 2 a 0.  Non fosse stato per l’ennesimo miracolo di Donnarumma, il passivo sarebbe stato ben più pesante. Dubito che a quel punto avremmo rimontato ancora una volta la gara in situazione di svantaggio. Va bene essere duri a morire, ma tre reti annichilirebbero qualsiasi squadra.

Il primo tempo scivola infatti per i primi trenta minuti su binari mortali per il Diavolo. La scossa che riporterà il Milan in partita è il miracolo di Gigione Donnarumma. A soli 17 anni sta incidendo sui risultati di questa squadra come un veterano di 35. Esperienza che aumenta di partita in partita, non ripete mai due volte gli stessi errori e sicurezza da poter regalare ai suoi colleghi di categoria. E’ semplicemente mostruoso. Quello che è mancato in questa sfida è invece il solito apporto di Romagnoli a tutta la retroguardia. L’unica scusante che gli concedo è il non aver recuperato a pieno dall’attacco febbrile che lo ha tenuto fuori dai giochi anche in TimCup. Ieri sembrava davvero un fantasma. Si rifarà sicuramente. Incoraggiante invece la prova di Bertolacci a centrocampo. E’ finalmente tornato al gol dopo un anno e mezzo ed è stato protagonista in tantissime azioni offensive. Suo anche il tiro di sinistro sul finire della prima frazione. Avesse avuto la freddezza di tenere basso il pallone, ora, staremmo parlando di un altro risultato. Da rivedere Bonaventura. Continuo a dire che qualcuno deve insegnarli a passare di più la palla. Va bene caricarsi sulle spalle i compagni e farsi passare il pallone in moltissime azioni, ma troppe volte non arriva con la lucidità necessaria sull’ultimo passaggio. Imparasse a fare anche questo , ci troveremmo di fronte a un vero fenomeno. Dico che è un problema di lucidità perchè non voglio nemmeno pensare a situazioni di egoismo. Non appartiene a questo gruppo. Davanti, Suso, ha come sempre fatto la differenza. Avrebbe bisogno però di poter rifiatare ogni tanto. Bacca si è mosso, va bene, ma anche qui continuo a non capire che senso ha il suo tipo di gioco inserito nel nostro. Si trova quasi sempre al posto sbagliato nel momento sbagliato e non ha la tecnica necessaria per giocare nello stretto o dialogare con i compagni. E’ un finalizzatore. Punto. Incommentabile l’ingresso di Niang. Fosse per me si è giocato tutte le chance di poter essere confermato all’interno di questa squadra. Arrivasse un’offerta lo accompagnerei per mano ovunque voglia andare. Le prime donne ci hanno stancato, soprattutto se hanno un rendimento come quello del francese negli ultimi due mesi.

E’ una battuta d’arresto forse utile al processo di crescita di questi ragazzi. Certo, vincere sarebbe stato più utile alla classifica, ma come dice il Mister aspettiamo a guardarla. Dobbiamo anche recuperare la partita con il Bologna. Non facciamo poi finta di non notare i progressi fatti rispetto alle passate stagioni. Pareggiare in casa dei Granata non è un delitto e vedendo come si era avviata la partita, il pareggio, è stato davvero una manna dal cielo. Le batoste servono, e questa ha sicuramente rafforzato quello che penso di questo gruppo: non saremo belli da vedere, ma quanto siamo difficili da battere! Forza Milan!

Vediamo nel dettaglio i voti dei protagonisti

Donnarumma: 7 – Primo intervento a vuoto, da lì non ha più sbagliato nulla. Guida la retroguardia, para, intercetta i rigori e usa i piedi. A soli 17 anni è davvero l’unico in grado di farlo. E’ un vero fenomeno e ogni partita è un’ulteriore conferma. ALIENO

Romagnoli: 4 – Che disastro. Irriconoscibile. Probabilmente accusa anora l’influenza rimediata in settimana. Si fa saltare come un bimbo da Falque con un tunnel, impreciso e impacciato per tutta la partita. Conclude con un rosso degno della pessima serata. ALIENATO

Paletta : 6 – Prima mezz’ora al pari di Romagnoli. A differenza del giovane rossonero diventa insuperabile con il passare dei minuti. Suo l’episodio a favore del Milan con cui si procura il rigore. GRINTOSO

Abate: 5,5 – Primo tempo in balìa del giovane Barreca. Nel secondo, causa calo degli avversari, riesce a spingere un pò di più. Pregevole il cross a fine partita su cui Bacca non arriva e Niang figuriamoci. Era ancora li a borbottare contro chissàchi. AFFANNATO

Calabria : 5,5 – Primo tempo horror. Una falla sulla fascia. Non giocava da tantissimo tempo titolare e si vede. Avrà comunque modo di rifarsi. IN RODAGGIO

Locatelli : 6 – Sufficienza solo per la giovane età. In una partita così poteva naufragare. Ha avuto però la forza di mantenere la concentrazione. Ha sbagliato tanti palloni e rimediato un giallo, va bene, ma la partita era durissima. FORGIATO

Pasalic : 5,5 – Come le luci di Natale. Un po’ si accende, un po’ no. Da sempre l’idea di poter avere il numero a portata di giocata. Spesso, però, finisce nel nulla. Ha sicuramente bisogno di continuità. ENIGMATICO

Bertolacci: 6,5 – Regaliamogli mezzo voto. Rispetto alle precedenti uscite in Rossonero stasera ha finalmente giocato ha calcio. Peccato i primi minuti in cui anche lui si è fatto prendere a pugni dagli avversari. Segna finalmente il suo primo gol e non avesse avuto fretta sul finire di primo tempo avrebbe potuto siglare la doppietta che avrebbe invertito il match. FENICE

Suso: 6,5 – Si starà ancora disperando per quel contropiede mal interpretato nel secondo tempo. Non ci fosse lui sarebbe molto buio l’attacco rossonero. Quasi tutte le azioni partono dai suoi piedi fatati. SICUREZZA

Bonaventura: 6 – Gioca sempre una miriade di palloni. Si fa vedere, si propone e offre giocate.  Peccato per la mancanza di lucidità in molte occasioni sull’ultimo passaggio. Riesce comunque sempre a offrire almeno un assist. Stasera recrimina per un clamoroso rigore non concessogli. Forse avrebbe bisogno di un po’ di riposo. LEADER

Bacca: 6 – Sigla con freddezza il gol del pareggio su rigore. Secondo gol pesantissimo nelle ultime settimane. Peccato io continui a non vederlo utile per il nostro gioco. S’è mosso più del solito,va bene, ma spessissimo non porta a nulla di pericoloso. AVULSO

Niang : 3 – Voto al suo approccio. Così nemmeno al parco sotto casa sarebbe un atteggiamento da poter accettare. VERGOGNOSO

Kucka: 6- Quando gioca si sente e si vede. Fosse per me dovrebbe giocare sempre. MOTORINO

Vangioni: s.v. – Finalmente esordisce in Serie A. Troppo poco il minutaggio

Montella: 6 – Come sempre legge bene la partita in corso. Egregi i cambi. Peccato che non ripona la mia stessa fiducia in Kucka. Dovrebbe giocare sempre. INTERPETE

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.