Chi è Leao? Conosciamo meglio il nuovo attaccante del Milan dopo le visite mediche di oggi

322
Leao Milan

Rafael Leao è sbarcato questa mattina a Milano

Leao, o meglio, Rafael Alexandre da Conceicao Leao, è da oggi un giocatore rossonero. Le visite mediche di rito verranno svolte domattina. Oggi, passaggio a CasaMilan e ultimi dettagli.

Il ragazzo è nato nel 1999, il 10 di giugno. Le sue origini sono dell’Angola ma è di passaporto portoghese. A detta di tutti è uno dei prospetti di maggior interesse e viene paragonato a Mbappè. Noi coi paragoni ci andiamo piano, vedremo cosa saprà dimostrare nel nostro campionato, ma le premesse ci sono eccome.

La carriera di Leao

La sua formazione calcistica è avvenuta principalmente allo Sporting di Lisbona, settore giovanile. Squadra con cui ha debuttato a fine 2017, in coppa di Portogallo, segnando la rete definitiva del 4 a 2 contro l’Oleiros. A causa dei forti problemi economici in cui si trovava la società, fu ceduto dopo solo 3 presenze ed 1 gol rescindendo il contratto al giocatore.

Passato in francia al Lille di Campos, ds ai tempi del Monaco con Mbappè, Lemar, Kondogbia, Mendy e Bakayoko si è subito messo in luce. Pensate che al debutto, con 24 presenze, ha segnato 8 reti e realizzando 2 assist. In pratica ogni 130 minuti prendeva parte attivamente ad azioni da gol.

Leao: quali le caratteristiche principali?

Fisicamente è un colosso. 1 metro e 88 cm abbinati a rapidità e velocità nel lungo. Caratteristiche quasi uniche quando hai delle leve così svantaggiose. Puo’ fare sia la prima punta, che la seconda. Questo dipende dal compagno di reparto. Vedendo che il nostro Piatek predilige muoversi da centravanti, è facile intuire che il portoghese dovrà ruotargli attorno creando spazi ed effettuando tagli ed inserimenti.  Rapace d’area e bravissimo nei dribbling, grazie all’estrema velocità nello stretto,  riesce quasi  sempre a creare una situazione di vantaggio numerico rispetto ai difensori avversari.

In Francia è paragonato più che a Mbappè, ad Aubameyang, ex stella rossonera nata sotto altri lidi, peccato.

Lo abbiamo strappato alla concorrenza di Juve, Inter e Napoli grazie ai buoni rapporti che abbiamo con Mendes, indaffarato tra l’altro nel provare a cedere Silva definitivamente al Monaco.

Se Leao farà il botto non ci è dato saperlo, ma quel che è certo è che finalmente abbiamo giocatori funzionali in ogni reparto e, il maestro d’orchestra Giampaolo è uno che sa il fatto suo amici. Abbiate pazienza, che quest’anno ci si divertirà!

Ecco alcune delle sue giocate, nel video della GazzettaDelloSport

Leao ha svolto le visite mediche di rito

Questa mattina, il nuovo talento rossonero, ha svolto le visite mediche presso la clinica “Madonnina”.

In seguito all’idoneità si sposterà in sede per firmare il contratto ed essere ufficialmente un giocatore del Milan. Dopo le firme, Leao andrà in Portogallo per concludere il periodo di vacanze ed aggregarsi entro 7-10 giorni al gruppo guidato da Giampaolo.

Jorge Jesus ( allenatore del Flamengo ) non ha dubbi sulle capacità del ragazzo

Ecco il pensiero espresso dall’ex Mister di Leao:

“Sarà un grande calciatore, prima di una gara gli dissi: guarda rafael, qui ci saranno 50.000 persone, non 2.000 come sei abituato te. Ecco, lui non fece una piega”.

Secondo il suo ex allenatore, il neo acquisto rossonero vive per il pallone, non conoscendo altro vizio o altra distrazione all’infuori del calcio. Ovviamente è una cosa positiva, di “talentini” amanti della bella vita sappiamo ce ne sono molti. Ecco, speriamo di non essere incappati in uno di questi. Numeri e persone che sono state a tu per tu col giovane calciatore ci dicono, però, l’esatto contrario. Ora non ci resta che ammirarlo sul campo, sperando che l’ambientamento sia il più veloce possibile.

Clicca QUI per seguire tutte le trattative di mercato del Milan!

 

 

 

 

 

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.