L’esordio fantasma del Sassuolo in Europa

257

Parte oggi la campagna europea delle italiane. In campo il Sassuolo nell’andata del terzo turno preliminare di Europa League. Avversario il Lucerna, ma è una gara fantasma.

Non più il tempo delle amichevoli, oggi in campo ci si giocherà già una bella fetta di stagione. Così, almeno, è per Di Francesco e Berardi, volti noti di un Sassuolo che per la prima volta nella sua storia calca il palcoscenico europeo. La gara di andata stasera in Svizzera alle 19.45, il return match fra sette giorni al Mapei Stadium di Reggio Emilia.

Queste le essenziali indicazioni di una vigilia trattata dall’attenzione pubblica nettamente peggio di un triangolare Tim pieno zeppo di calciatori Primavera. Il Sassuolo non fa gola. Eppure, appena due mesi fa, in tanti erano saliti sul carro dei complimenti verso una formazione dal gioco brillante, capace di mettersi in coda squadre più quotate come Milan e Lazio. Titoloni a gogò a maggio, poi il grande vuoto d’informazione, e su una stagione del mercato che – per la verità – poco ha cambiato in Emilia rispetto allo scorso anno.

Non che il Milan (per fare un nome…) abbia acquistato molto di più fin qui, ma i rossoneri, fuori da tutte le competizioni europee, hanno mantenuto il loro carico di focus. E il Sassuolo? Tutto dimenticato, fino ad oggi, quando improvvisamente qualche timido germoglio d’interesse è rispuntato a poche ore dal match. “Ah, vero, gioca il Sassuolo, conviene iniziare a parlarne…”. E così sappiamo (ma non ancora tutti, c’è da scommetterci) che questa sera i neroverdi sfideranno una formazione più avanti nella preparazione, avversaria lo scorso anno in campionato del Lugano di Zdenek Zeman, con pochi volti noti, su tutti quel Ricardo Costa, campione d’Europa col Porto nel 2004.

Brutta bestia l’indifferenza, peggio ancora l’ipocrisia di chi, in caso di risultato positivo stasera, ritroverà improvvisamente la voglia di riparlare di quei signor nessuno che oggi affronteranno a testa alta l’Europa.

A titolo di cronaca, registriamo le parole di Eusebio Di Francesco: “Di sicuro siamo orgogliosi di aprire la stagione europea delle italiane. In Italia dicono che siamo una piccola favola che è diventata realtà e l’obiettivo è arrivare alla fase a gironi per cominciare bene l’annata”. Lui non prova certo rancore, e bada solo a lavorare. In attacco confermerà il tridente (Sansone-Defrel-Berardi) e non snaturerà il suo credo. Tifiamo Sassuolo, anche se in colpevole ritardo.

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.