Lettera a Pavo

288
Ne ho lette tante, in questi giorni, sul nostro centravanti. Ho sentito e ho letto frasi che mi hanno lasciato una sensazione di tristezza rara. Perché non posso che provare tristezza per quei piccoli tifosi che alle prime avversità voltano le spalle alla squadra e ad uno degli uomini simbolo delle ultime stagioni. “È di cristallo! Meglio venderlo” “Basta! Ormai ha rotto!” Come fossa colpa tua, come se a te, animale da campo, facesse piacere restare così a lungo senza giocare.
Ma tanto, caro Pavo, so già che queste critiche non le sentirai nemmeno. Ti scivoleranno addosso, come sempre. Ancora una volta ti rialzerai, giocherai, segnerai e ti spolvererai le spalle sotto la nostra gradinata. Non te la prendere con il tifoso, ama il Genoa e ama te. Ma il popolo rossoblu vive di estremismi e basta qualche partita andata male per deprimerlo. Ma stai tranquillo, alla prima vittoria tutto si sistemerà. La realtà è questa: ci mancherai troppo. È vero, Simeone (al netto della giovane età) è un buon attaccante, ma con te davanti è tutta un’altra storia. Non si tratta solo di goal (alla fine ne ha fatto solo uno in meno di te) ma di emozioni. Tu, caro Pavo, sei più di chiunque un centravanti da Genoa. Non avrai la tecnica di Milito o la spettacolarità di Borriello, ma sei semplicemente Pavoletti. Sei il cuore della gradinata in campo. Sei quello più di tutti in grado di rappresentarci. È per questo che il tifoso genoano patisce il tuo infortunio. Perché già sente la tua assenza. Ma sappiamo tutti che non ti arrenderai, come canta Perin “Prendi il palo, la traversa, facci un goal! Butta giù la porta Pavogoal!” Sembra una frase buttata giù per ridere ma, a pensarci bene, contiene la tua essenza. L’essenza di un giocatore che non si arrende mai per un palo, una traversa o un infortunio. Un centravanti che molto presto tornerà a giocare. E a spolverare le spalle sotto la Gradinata Nord.

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.