Liga: I tifosi del Valencia non sono nati per arrendersi

194

I tifosi del Valencia urlano: “No nacimos para rendirnos”

In un video davvero emozionante, i giornalisti di Superdeporte hanno mostrato che i tifosi del Valencia non sono nati per arrendersi. Da bambini impariamo dei valori che non possiamo dimenticare.

I tifosi che ricordano le grandi vittorie con il titolo di Campione di Spagna ottenuto per la quinta volta nel 2001-02 e per la sesta volta nel 2003-04. Nello stesso periodo, gli anni d’oro di Carboni, Mendieta, il Valencia cf vinse la Coppa Uefa, la Supercoppa Europea e la Copa del Rey.

Erano anni fantastici con Ranieri in panchina prima e Benitez poi, con campioni del calibro di Aimar, Kily Gonzáles, Albelda il Capitano, Baraja, personaggi eccentrici come Cañizares, dal capello biondo platino, timidi ma letali in zona goal come David Villa.
Hector Cuper portò il Valencia Cf fino alla finale della Champions League sconfitto nel 1999-2000 dal Real Madrid a Parigi e nel 2000-01 a Milano dal Bayern Monaco.

Sorte che sembra simile a quella dell’Atletico Madrid di Simeone con la doppia sconfitta in due delle ultime tre finali di Champions League, sempre contro il Real Madrid, nell’ultima occasione guidato da Zinedine Zidane.

L’allenatore nel 2007-08 fu Quique Sánchez Flores, poi sostituito da Unay Emery. Arriviamo alle anonime ultime stagioni, culminate con la cessione al ricco imprenditore di Singapore Peter Lim, che guida la società assieme a Chan Layhoon. I tifosi criticano il Proprietario per essere poco presente allo stadio Mestalla, il cuore pulsante che tutti i tifosi valencianisti adorano.

bakkali-valenciaNell’ultima partita, contro la Real Sociedad, un inizio tragico ha portato al 2-0 per i baschi. Parejo ha accorciato le distanze e il Valencia ha provato a pareggiare la partita anche se i padroni di casa sembravano controllare bene il match con un possesso palla alla fine del 63% circa. Nei minuti di recupero ecco il 3-1 di Juanmi e il 3-2 di Bakkali che chiude la partita. Prandelli con il suo 4-3-3 ha provato a impensierire l’Anoeta con Munir, Fede Cartabia e Rodrigo davanti. Ma due elementi del trio d’attacco vengono sostituiti durante il match con Santi Mina e Bakkali, l’autore del goal del definitivo 3-2. Carlos Soler era subentrato a Suárez a centrocampo.

Altra nota negativa l’espulsione di Joao Cancelo per doppia ammonizione per gioco pericoloso. Nella sedicesima giornata, il Valencia cf riposerà perché il Real Madrid è impegnato nella Coppa Intercontinentale in Giappone. Gli appassionati di sport dovranno accontentarsi del basket: il Valencia nella liga ACB affronta l’Iberostar Tenerife che nell’ultima giornata ha battuto 94-80 il Murcia.
I valenciani addirittura sono andati a vincere a Malaga contro l’Unicaja per 91 a 83 regalando una grande gioia ai tifosi del Pamesa che in casa gioca al Pabellon Municipal Fuente San Luis in Avinguda dels Germans Maristes al 16 non lontano dalla Ciudad de las Artes y las Ciencias.

Gift card 300x250

Prandelli non vuole far calare la tensione, i tifosi non sono nati per arrendersi, ma i giocatori non vogliono essere da meno e la società crede ancora nel tecnico italiano che può e deve invertire la rotta iniziando dalla prima partita del 2017, la sfida a Pamplona contro l’Osasuna in cui bisogna incamerare 3 punti vitali per non retrocedere.
Amunt Valencia!

[Immagini: Valencia cf]

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.