Lopetegui rinnova l’Invencible Armada

232

Il rinnovamento dell’Invencible Armada passa da Lopetegui.
Del Bosque e Euro 2016
Vicente Del Bosque era andato in Francia convinto di arrivare fino a Parigi con la Coppa e portarla a Madrid. I tifosi erano abituati così ed il tecnico Campione del Mondo in carica era una garanzia grazie ad una rosa senza eguali. I convocati erano un mix di veterani come Casillas, Ramos, Fabregas, Iniesta e giovani campioni affermati come Morata, Azpilicueta, Vásquez.
Il girone però era una dura prova con avversari di livello. All’esordio subito 1-0 con la Repubblica Ceca con una sofferenza maggiore del previsto ed il goal nel finale di Piqué. Nella seconda partita qualificazione raggiunta grazie al 3-0 alla Turchia con doppietta dell’ex Juve Álvaro Morata e il goal dell’ex Celta Vigo Nolito, ora tra le file del Manchester City.

Nel terzo match la sorpesa: la Croazia gela la Roja grazie ad una prestazione superba di Perisic e Kalinic ed una prestazione sontuosa di Pjaca e di Rakitic, che gioca nelle file del Barcellona. E’ 2-1 per i rossocrociati il risultato finale. Spagna seconda nel girone. Agli ottavi quindi ecco l’Italia di Conte che vuole la rivincita dopo la sconfitta per 4-0 nella finale dell’Europeo 2012 che era stata un incubo per tutti i tifosi azzurri.

Il capolavoro di Antonio Conte gelava tutta la Spagna nella notte parigina del 27 giugno. 2-0 per gli azzurri con goal di Chiellini e Pellè ed una prestazione superba della difesa azzurra che non dà spazio al 4-3-3 iberico con Morata, Silva e Nolito che vengono poi alternati ad Aduriz, Vásquez e Pedro Rodriguez in attacco.

Lopetegui: il nuovo coach

E’ la fine di un ciclo, si riparte da Lopetegui, ex portiere, una vita da giocatore tra Las Palmas, Logroñés e Rayo Vallecano con puntate al Real Madrid e al Barcellona. La carriera di allenatore inizia nel 2003 con il Rayo. Smette per diventare commentatore de la Sexta, la famosa tv spagnola che parla di sport, poi va ad allenare il Real Madrid Castilla. La svolta con il contratto con la Nazionale under 19 e poi under 20 tra il 2010 e il 2014. Nel 2012 va ad allenare l’under 21 con cui vince il titolo Europeo nel 2013. Nel maggio 2014 va in Portogallo a Porto ma non riesce a vincere il titolo che va ai cugini del Benfica e viene esonerato nel gennaio 2016. Nel luglio 2016 firma come tecnico della Roja il contratto che lo lega alla Rfef, Real Federación Española de Fútbol, la Figc spagnola.

All’esordio subito 8-0 al Lichtenstein per far capire che si fa sul serio. Poi l’1-1 contro gli azzurri frutto di una prestazione perfetta nel primo tempo e di un calo nella ripresa che ha portato al rigore di De Rossi. La formzione schierata da Lopetegui: De Gea; Carvajal, Piqué, Ramos, Jordi Alba (sostituito da Nacho al 23’); Busquets, Koke, Iniesta; Vitolo (Thiago Alcantara 84′), Diego Costa (Morata 67′), David Silva. E’ rientrato in rosa infatti l’attaccante brasiliano del Chelsea naturalizzato spagnolo, che sta trovando nuova linfa con Mourinho dopo una passata stagione non all’altezza delle aspettative. Negli ultimi due match 2-0 all’Albania e 4-0 alla Macedonia. Prossima sfida il 24 marzo contro Israele, terzo in classifica.

Dei 15 goal fatti in 4 partite, 3 portano la firma di Vitolo e 3 di Diego Costa, 2 di  David Silva, 2 Morata, 1 Sergi Roberto, 1 Nacho Monreal, 1 Aduriz ed un’autorete. Le soluzioni in attacco sono tante e anche nel mezzo non mancano le alternative.  E’ il centrocampista canario del Siviglia, Víctor Machín Pérez detto Vitolo l’anima di questa nuova Roja che vuole subito tornare alla vittoria e che oggi si misurerà contro l’Inghilterra in una prestigiosa sfida a Wembley. La formazione prevista da Lopetegui è il 4-2-3-1 con Reina; Monreal, Martinez, Bartra, Azpilicueta; Koke, Busquets; Nolito, Isco, Vitolo; Aduriz unica punta. Gli inglesi sognano la vittoria guidati da James Vardy ma Lopetegui è concentrato e non vuole lasciare spazio ai rivali.

[Immagine: Fifa.com]

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.