Magica Dea, è ora di rialzarsi e ripartire!

400
Atalanta

Dopo l’intenso avvio di stagione che ha visto la Dea giocare già 9 gare ufficiali tra Europa League e Serie A, e dopo la terribile batosta di Copenaghen, le due settimane di sosta sono state fondamentali. Ora ripartiamo!

6 partite di Europa League e 3 di campionato in circa un mese e mezzo, soprattutto ad inizio stagione, non sono affatto poche. La sosta è un enorme boccata d’aria per i ragazzi di Gasperini.  Anche nell’ultima gara di Bergamo contro il Cagliari, l’Atalanta ha mostrato una condizione fisica non ottimale, perdendo addirittura. Ciò che però probabilmente non ha funzionato contro i sardi, tuttavia, è più riconducibile ad un aspetto mentale più che ad una questione fisica. La doccia fredda, inaspettata e soprattutto immeritata, di Copenaghen, ha evidentemente urtato i cuori e le menti non solo dei giocatori, ma in generale di tutto l’ambiente, come testimoniano anche i fischi dell’ultima uscita prima della sosta. Principalmente per questo, la sosta per le nazionali è stata un’ottima occasioni per riazzerare tutto. Non c’è niente di meglio, in situazioni come queste, di staccare dalle partite per concentrarsi esclusivamente sugli allenamenti.

Complice la sfortunatissima eliminazione in Europa League, la stagione della Dea sarà molto diversa da quella dello scorso anno. Come anticipato da mister Gasperini, non avendo turni infrasettiminali ci sarà molta meno rotazione tra i giocatori, quindi molti meno turnover rispetto allo scorso anno, in cui ci si è concentrati maggiormente  sull’Europa piuttosto che sul campionato. Ormai rimangono serie A e Coppa Italia, e soprattutto nella prima competizione non si badrà più a risparmiare nessuno. L’Atalanta deve ritornare in Europa nuovamente, possibilmente senza passare per i preliminari. Non sarà facile, ma a differenza delle dirette concorrenti non si avranno impegni europei, e questo è un enorme vantaggio!

Lunedì sera, al nuovo stadio Mazza di Ferrara contro la Spal, è come se riiniziasse una nuova stagione, esattamente come 2 anni fa dopo Atalanta-Napoli, quando iniziò tutto questo magnifico percorso che ancora oggi sta permanendo. Non sarà assolutamente una gara facile: la Spal è partita molto bene e soprattutto in casa può mettere in difficoltà chiunque. Sicuramente il mister schiererà la formazione migliore senza fare calcoli. Dopo questo ultimo periodo poco positivo che ci ha procurato non poche ferite, rimane solo una medicina: vincere, e possibilmente convincere! La squadra è più che completa e coperta in ogni reparto, possiamo fare un grandissimo campionato! FINO ALLA FINE FORZA ATALANTA!

foto by IL CORRIERE DEL CALCIO

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.