MAGICA DEA, GETTA IL CUORE OLTRE L’OSTACOLO! ADÓS!

296

Dopo la meritatissima e netta vittoria di sabato in casa del Sassuolo per 0-3, stasera la Dea sarà impegnata a Bergamo per l’andata della semifinale di Coppa Italia contro la Juve. Serve la prestazione perfetta!

Sabato, nonostante il turnover (con panchinari di lusso come Berisha, Mattia Caldara e il Papu Gomez), l’Atalanta si è imposta meritatamente con le reti di Masiello, Cristante e Freuler dopo una grande prestazione, anche se chiusa solo nel finale. E chi poteva pensare ad un rischio simile alla partita col Cagliari (prima del quarto di finale di Coppa Italia contro il Napoli), si sbagliava. In quell’occasione  il turnover del Gasp non aveva pagato, e anche molti big sembravano avere la testa (quantomeno nel primo tempo) alla successiva partita infrasettimanale. Sabato però ciò non è (fortunatamente) avvenuto e anzi ne è uscita forse una vittoria più larga del previsto. Ma non c’è tempo per i festeggiamenti:  arriva la Juventus a Bergamo, e già stasera ci si gioca una gran fetta di qualificazione alla finale.

Chiaro che, giocando contro la squadra più forte d’Italia, si parte da sfavoriti. Come si partiva sfavoriti nello scorso match di coppa contro il Napoli, come si partiva sfavoriti all’andata contro gli stessi bianconeri (bloccati a Bergamo sul 2-2), come si partiva sfavoriti nella trasferta di Roma di qualche settimana fa (vinta 1-2) e come si partiva sfavoriti nel girone, poi, stravinto, di Europa League. Tutto ciò per dire che se la Dea è arrivata fin qua, lo ha fatto superando enormi ostacoli senza che nessuno le regalasse nulla. Perciò, rispetto per tutti ma paura di nessuno.

SEMrush

MAI FIRMARE PER IL PAREGGIO

Stasera l’obbiettivo principale sarà quello di non perdere, anche se un pareggio con gol non sarebbe troppo positivo per noi. Potrebbe essere un buon risultato uno 0-0, un 1-1 o un 2-2 già complicherebbe molto le cose per il ritorno. Ovviamente, e giustamente, la Dea scenderà in campo senza porsi dei limiti: giocheremo sicuramente per ottenere il massimo, ovvero per la vittoria, pur facendo il possibile per non subire gol, il che rimane la priorità assoluta considerata la regola dei gol in trasferta.

LA FORMAZIONE

In porta tornerà Berisha. In difesa, pochi dubbi: torna Caldara al fianco di Masiello e Toloi. Anche sugli esterni dovrebbero giocare Hateboer e Gosens, mentre l’unico dubbio è sul posto a centrocampo al fianco di Freuler. Più probabile l’opzione De Roon, con Cristante avanzato alle spalle di Ilicic e Gomez. Non è tuttavia da escludere l’arretramento di Cristante con De Roon in panchina, Gomez sulla trequarti e Ilicic ad affiancare Petagna (in questo caso favorito su Cornelius).

TUTTI UNITI VERSO UN UNICO OBBIETTIVO

Anche stasera, come al solito, all’Atleti Azzurri ci sarà una bolgia per sostenere i beniamini. Servirà come al solito il supporto dei tifosi  per superare questo grandissimo ostacolo, per continuare a sognare nella finale. Sarebbe una vera impresa, perché arriverebbe dopo una vittoria a Napoli e dopo avere avuto la meglio sulla Juve nei 180 minuti. Ma, come già detto, di imprese ne abbiamo già fatte tante con questo gruppo, con questi giocatori e con questo allenatore. Imprese su imprese che vanno avanti da ormai un anno e mezzo. FORZA ATALANTA, VINCI PER NOI!

foto by LA STAMPA.IT

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.