Marczynski fa il bis, Froome “assaggia” l’asfalto

270
Froome a Antequera

VUELTA A ESPANA – Eccezionale raddoppio del polacco Marczynski. Tra i big attacca Contador, Froome si innervosisce a cade due volte

E’ paradossale, ma il coriaceo polacco Tomasz Marczynski, dato ormai per finito un anno fa, ottiene due successi di tappa in un grande giro in appena una settimana, fiore all’occhiello di una carriera finora piuttosto anonima. Come si suol dire, il portacolori della Lotto Saudal è “nella forma della vita” e giustamente ne approfitta. Oggi ha via via sgretolato il plotoncino dei 14 attaccanti e si è presentato ad Antequera con un minutino su Omar Fraile (visibilmente contrariato per l’occasione persa) che ha regolato il gruppetto degli inseguitori.

Ma l’attenzione generale è stata calamitata da quello che accadeva alcuni chilometri più indietro, se vogliamo clamorose per come era andata fino a quel momento la sonnolenta tappa: un indomito Alberto Contador va all’attacco dove terreno propizio non ce ne sarebbe, trova il compagno Ed Theuns lungo la strada e si impegna al massimo per recuperare terreno. Chris Froome non si fida del Pistolero (e fa bene…) e mette alla frusta il suo Team Sky, però si scompone, forse si innervosisce e finisce a terra. Niente di grave, il leader della classifica si rialza immediatamente, ma non è concentrato, cambia la bicicletta e dopo poche centinaia di metri va di nuovo per terra nella foga di recuperare. Anche stavolta nessun danno, ma Contador ha ormai un minuto di vantaggio ed il gruppetto di Vincenzo Nibali una quarantina di secondi. Scatta l’inseguimento: Poels e Nieve, in pianura, fanno quello che possono ed il terzetto recupera terreno solo nel finale quando è lo stesso Froome a “tirare”. Alla fine limita i danni, ma i secondi guadagnati dai rivali sono sicuramente un toccasana per il loro morale.

SEMrush

Ordine di arrivo 12^ tappa

Rivedi qui il racconto e l’ordine di arrivo della 11^ tappa >>> Il talentuoso Miguel Angel Lopez è tornato !

13^ Tappa: Coìn – Tomares (km 198.4)

Tappa in programma nel cuore dell’Andalusia, dalla costa nei pressi di Malaga fino alle porte di Siviglia. Percorso piuttosto semplice e frazione che può tranquillamente considerarsi “di trasferimento”, particolarmente adatta ad una fuga da lontano visto che molte formazioni sono ormai ridotte numericamente e, Quick-Step Floors a parte, non ci sono squadre in grado di controllare la corsa con ragionevoli possibilità di successo.


Foto di Tim De Waele / TDWSports tratta dal sito www.cyclingnews.com

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.