ABBRACCIO ROSSONERO: IL “BABY” MILAN ARCHIVIA LO SHKENDIJA

273
sipario

Come da pronostico, il Milan, passa agevolmente il turno. Accesso ai gironi di Europa League conquistato e finalmente Europa! La vera casa del Diavolo

Ottima la prova di Zanellato, ennesimo prodotto del vivaio del Milan

La partita del Milan di ieri sera, contro lo Shkendija, non aveva molto da dire. Le uniche attenzioni erano rivolte al nuovo modulo proposto da Montella, il 3-5-2, e a quei giovani che fin qui hanno avuto poco spazio, ma che comunque meritano la loro vetrina con la casacca Rossonera. Tra i più positivi di queste nuove leve ho visto sicuramente Zanellato. Un centrocampista che sa cosa fare fin da subito, con un ottimo passo e con la testa sempre alta. Sì,finalmente, i nostri centrocampisti, sanno già a chi dare la palla o cosa fare prima ancora che la sfera entri in loro possesso. Questo è tutto e solo merito del settore giovanile, nuovamente in grado di “sfornare” campioncini pronti per giocarsela anche in SerieA. Un altro esempio è stato l’ingresso di Gabbia, classe 99. Mezz’oretta per lui in cui si è messo subito in mostra per buona visione di gioco, capacità di giocare a due tocchi e soprattutto un’innata predisposizione al gioco in verticale. Cosa non da poco per un centrocampista, valore aggiunto se il ragazzo ha solo 18 anni. Il futuro e le possibilità sono tutte dalla sua parte.

Dei giocatori proposti ieri sera, chi non ha convinto? 

SEMrush

Uno su tutti è stato il peggiore in campo. Mauri. Ennesima opportunità ed ennesimo spreco. Perde una marea di palloni in zone nevralgiche del campo. Ha sulla coscienza tre contropiedi pericolosissimi, fortunatamente l’avversario non era poi così temibile. Dà sempre l’idea di poter far bene Mauri, ma riesce sempre a deludere con giocate confusionarie e con una pessima posizione in campo. E’ ovunque ma mai in zone utili. Forse la voglia di strafare lo penalizza, ma da un giocatore che deve mettersi in mostra e che dovrebbe aver voglia di rivalsa ci si aspetta altro. Da capire, quindi, se tenerlo come riserva delle riserve o se darlo via definitivamente. Una cessione potrebbe sicuramente giovargli per poter giocare con continuità e per ritrovarsi proprio come persona. Al Milan non può stare. Abbastanza imprecisi anche Antonelli, Calabria e Silva, ma per loro è un discorso a parte. Le capacità le hanno, soprattutto il portoghese ha solo bisogno di tempo per ambientarsi. Le potenzialità le ha e si notano.

Il Milan avanti sempre con Cutrone. Che bomber!

Scelta giusta quella di Montella di confermare Cutrone anche in Europa League?

Ovviamente è una domanda retorica. Il nuovo bomber made in Milan sta viaggiando con un ruolino di marcia di un gol a partita. Escluderlo dall’undici titolare, in questo momento, sarebbe una follia. Certo non può viaggiare su questi ritmi per tutto l’anno ( o si? ) e avrà bisogno sicuramente di essere affiancato da bomber più esperti come Kalinic, ma credetemi, Patrick segnerà ancora, e tanto anche!

Dopo aver analizzato i temi principali offerti dal match, diamo i voti ai nostri beniamini: 

Storari: 6,5 – Primo tempo da spettatore. Nel secondo sempre attento e bravo a difendere la porta del Milan, ancora inviolata. SAGGEZZA

Calabria: 5,5 – Che confusione Davide. Male in fase offensiva, rivedibile in quella difensiva. Sotto con gli allenamenti, Conti e Abate ti stanno staccando! INVOLUTO

Romagnoli: 6 – Nessun pericolo particolare, al rientro dopo un infortunio al ginocchio gioca 45 minuti per “sentire” il campo. CONVALESCENTE

Bonucci: 6 – In fase difensiva non è Nesta, ma si sapeva. Il migliore dei nostri in difesa, comunque, per distacco. Assolutamente il migliore al mondo nel fare “regia”. I suoi lanci sono da Oscar. REGISTA

Zapata: 5,5 – Gioca concentrato una partita si ed una no. Ieri sera era quella no. Attenzione Christian! DISTRATTO

Antonelli: 5,5 – Un altro a cui il pallone tra i piedi “scotta”. Probabilmente ha più voglia che capacità, ma così non va. FUORIGIRI

Locatelli: 7 – Finalmente una partita su alti livelli. Certo, loro non erano il Barca, ma ha comunque offerto una prova di coraggio. Basta con i passaggini al compagno più vicino. Era ora. RISORTO

Zanellato: 6,5 – Che piacevole sorpresa! Partita ordinatissima. Testa alta e piena coscienza dei propri mezzi. SCOPERTA

Mauri: 4,5 – Un disastro, non ne becca una. Altra “cilecca” per questo ragazzo, sicuri sia da Milan? DELUSIONE

Silva: 5,5 – A guardarlo lontano dalla porta e per come si muove pare un fenomeno. Deve assolutamente registrare le giocate in area ed essere più concreto, i mezzi li ha. PROMESSA

Cutrone: 7 – Beh, ancora qualche gol e dovremo chiamarlo, in onore a Ganz, “el segna semper lu”. Media pazzesca, bomber vero. FENOMENO

Suso: 6,5 – Entra e riaccende la luce. Un faro di tecnica e classe. FOLLETTO

Abate: 6 – Ripresa di controllo, ottimo il traversone su cui Silva non arriva per pochissimo. RINATO

Gabbia: 6,5 – Ottobre 1999. Questo eleva la prestazione di un ragazzo entrato a partita in corso ed in grado di non sfigurare, anzi. Testa alta, piede raffinato ed ottima visione di gioco. FUTURO

Montella: 6 – Partita che non aveva nulla da dire, se non in ambito tattico. Buona la prova del 3-5-2. Alcuni interpreti, però, non possono rimanere. ALCHIMISTA

 

Da Craiova ad oggi ci ha pensato Cutrone! Per non parlare del precampionato! Che scoperta questo ragazzo, 110 reti nel settore giovanile. Mai nessuno come lui. Ecco una breve analisi delle sue prime uscite  https://www.tifoblog.it/2017/08/04/milan-ulteriore-step-verso-leuropa/

 

 

 

 

 

 

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.