Milan, una prodezza di Bonaventura stende il Pescara

274

Una prodezza di Jack Bonaventura, che conferma di essere in un ottimo momento di forma, tanto è vero che tutti i palloni principali del match passano dai suoi piedi, regala la vittoria al Milan sul Pescara, con un jolly su punizione che beffa Bizzarri, dopo aver fatto passare il pallone sotto la barriera.

Bonaventura continua ad essere da tante giornate il migliore dei suoi.

Il Milan porta a casa un ottimo risultato contro un buon Pescara dell’ex Massimo Oddo, pur senza brillare e con qualche sofferenza di troppo e si rimette in carreggiata dopo la sconfitta con il Genoa, agguantando il terzo posto a meno uno. Il sogno Champions League diventa sempre più realtà, visto che le rivali stentano e non trovano continuità nei risultati. Le vittorie aiutano a far crescere l’autostima e per i rossoneri sono 4 nelle ultime 5 partite.

Il grosso errore del Milan è che non ha chiuso la partita e alla fine ci è voluto il solito Donnarumma con una grande parata su Memushaj con la mano di richiamo simile a quella su Khedira contro la Juve, che ormai sta diventando un’abitudine, ha salvato il precario risultato di 1-0. Un’altra pecca è che il bomber Bacca non segna da un mese: Montella ha subito smontato il caso, ma il malumore del colombiano è sotto gli occhi di tutti, come confermato nel momento del cambio con Luiz Adriano.

Il Milan trova anche un nuovo acquisto, Mario Pasalic: schierato nei 3 davanti da Montella, ha fatto vedere un paio di colpi non male ed è andato vicino al gol con un colpo di testa da posizione ravvicinata, mentre l’altro nuovo acquisto Josè Sosa non convince ancora, male, a tratti malissimo. Sbaglia molti passaggi, alcuni anche elementari. Non porta dinamismo né geometrie alla mediana milanista ed esce tra i fischi di San Siro.

La strada è ancora lunga, Roma e Napoli sulla carta rimangono più attrezzate, ma il Milan può sognare a patto di rimanere con i piedi ben saldi a terra e continuare il percorso di crescita avviato con l’arrivo in estate di Montella.

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.