Milan: è cessione definitiva ai cinesi?

178

Il Milan e la cessione ai cinesi. Questo è l’ordine del giorno. Cosa dire?

Sicuramente ci sono notizie contrastanti su questa cessione. Sia tra i giornali che anche per Berlusconi stesso. Si, mi viene da sorridere perché effettivamente avere notizie ogni ora dell’indecisione di quest’uomo è sempre davvero divertente!

Un giorno sembra convinto, il giorno dopo dice che non è più così sicuro di farlo. Oddio, il giorno dopo, diciamo un’ora dopo. A mio parere l’ex premier sarebbe pronto alla dipartita. Si sarà stufato di avere nelle mani una squadra che ormai non rende più come un tempo? Può anche essere. Io ho un po’ l’amaro in bocca, mi conoscete. Sono una persona abbastanza negativa su tutto per non contare che il nostro Milan non è come prima. L’amaro in bocca per cosa? Ma un po’ per tutto. Un po’ perché abbiamo concluso l’anno da principianti. Un po’ perché ho sofferto davvero nel vedere il mio Milan in quelle condizioni. Che poi diciamola tutta, non siamo stati perfetti ma alcune volte non ci meritavamo di perdere così brutalmente.

Da una parte sono triste che la società possa essere venduta perché da sempre al comando c’è stato Silvio Berlusconi ma dall’altra se questo vuol dire rinnovare…orsù ben venga!

Ricordo le parole di Silvio, qualche anno fa, quando eravamo ancora una squadra con la S maiuscola: “Il Milan sarebbe l’ultima azienda alla quale rinuncerei”, disse. Non capisco cosa lo faccia tentennare così tanto su questa cessione. Anche se da una parte lo capisco. Comunque cedi una società non da due soldi, cedi comunque una società che ha fatto parte della tua vita da sempre. Lo ha detto anche in una intervista alla radio Centro Suono Sport, alla quale ha dato una notizia che sembra ormai certa: “Siamo in trattative con un gruppo di investitori cinesi”, aggiungendo che però non sa se si potrà concludere la cosa perché lui vorrebbe avere delle certezze non solo per il presente ma anche per il futuro. Vorrebbe ovviamente che chi acquistasse il Milan sia in grado di impegnarsi come si deve, ora e per gli anni a venire, ovvero che vuole lasciare il Milan in mani solide, a investitori che garantiscano l’immissione ogni anno dei fondi necessari a far tornare il club a primeggiare in Italia, in Europa, nel mondo. Ragionamento perfetto, a mio parere.

Anche perché diciamocelo chiaramente, non ho nessun problema a dirlo, secondo me Silvio non ha più i soldi per portare avanti una società allo sbando, che avrebbe bisogno di una bella mano di cambiamenti. Bisognerebbe investire tanti soldi per comprare, per cambiare, per rinnovare. Per far uscire da questa nebbia il Milan. Ormai è avvallato, è una società che dovrebbe cambiare testa. Non tanto persone. Magari aggiungi, certo, però cambia tu testa come calciatore. Cambia tu testa, allenatore. Ora c’è Brocchi. Anche Mihajlovic non andava bene. Ma quanti ne abbiamo cambiati? Il problema è davvero la gestione della squadra? Sono cosa che ci ripetiamo da quanto tempo? Insomma, speriamo che Brocchi sia l’uomo giusto per il Milan. Speriamo…ogni volta speriamo.

Rileggo le mie parole. Ho tutt’ora i pensieri un po’ confusi, lo ammetto. Mi resta solo che aspettare, come tutti voi. Mi resta solo che aspettare e sperare che i cinesi si decidano a firmare e che, terminando l’era Berlusconi, possa nascere qualcosa di nuovo e di bello.

Rinascere come le fenici, rinascere dalle ceneri. Questo dovrebbe fare il nostro Milan. E se questa cessione può servire a tale scopo facciamolo questo passo!

Ragazzi, sempre a testa alta, mai smettere di sognare.

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.