LE PAGELLE ROSSONERE : MILAN, COSI’ L’EUROPA E’ UN MIRAGGIO

280
sipario

Pescara-Milan sembrava favorevole ai Rossoneri, almeno sulla carta. Così non è stato. Ora ci troviamo quasi tagliati fuori dalla corsa Europa. Atalanta e Lazio continuano a vincere, la Fiorentina accorcia in classifica e questa sera l’Inter può portarsi a +4. Un week end peggiore di questo era difficile immaginarlo

Ci risiamo. Il Milan è tornato a prestazioni che ci appartenevano fino all’anno scorso. Ritmo lento, gioco prevedibile e reparti totalmente slegati. Lo dissi nel precedente articolo che questa sfida, per il Milan attuale pieno di infortunati importanti, sarebbe stata tutt’altro che facile. Così è stato.

Prima papera per Donnarumma al Milan

Il problema principale che si è visto non è certo la papera prodotta dalla premiata ditta Paletta-Donnarumma, ma una totale assenza di gioco. Soprattutto per quelli che sono gli interpreti in mediana. Mai capaci di innescare l’attacco o proporre trame veloci e intelligenti in grado di mettere in difficoltà il Pescara, fanalino di coda della Serie A. Inutile recriminare sull’autogol e sul palo. Per andare in Europa certe partite vanno vinte senza alibi o attenuanti e noi non siamo mai in grado di farlo.

Alla lettura della formazione qualche dubbio mi era venuto. Vedere a centrocampo Sosa, Pasalic e Mati insieme mi ha fatto subito pensare a chi dei tre potesse fare un minimo di filtro e liberare gli altri due da compiti di copertura. Ovviamente nessuno. Per questo motivo non siamo mai stati in grado di imporre il nostro gioco, e neppure di interrompere quello avversario. Siamo stati lenti e in affanno per tutta la partita. Il giorno che riporteremo in rosa due centrocampisti degni di tale nome, avremo forse qualche speranza di tornare a essere una squadra. Non possiamo certo pretendere da gente come Mati, Pasalic, Locatelli o Sosa giocate di primo livello. Nessuno di questi, per vari motivi, è un top player. Anche Locatelli, non avesse fatto quei due gol, non sarebbe certo considerato quello che è oggi. Perché diciamocelo, a livello di gioco e presenza in campo, è ancora davvero poco incisivo. Ha 18 anni però, motivo per cui non mi sento di colpevolizzarlo o responsabilizzarlo. Sono altri giocatori, ben più maturi, che stanno deludendo tanto. Difficile capirne il motivo, ma una spiegazione provo a darvela io: abbiamo il centrocampo del Genoa di qualche anno fa, e non stava certo lottando per posizioni di vertice. Non capisco, quindi, tutte queste aspettative. 

L’unico che ci ha provato davvero. Peccato dovremo salutarlo a Giugno

In attacco, invece, siamo stati nulli. Una vera pietà. Solo Deulofeu ha provato, arrivando a recuperare palla fin dentro la propria area, a farsi vedere o proporre un alternativa al solito passaggino a Sosa. Non può certo prendere palla, lanciarsi, e segnare. Non siamo a PES. Ocampos ieri ha deciso che avrebbe giocato da solo e che avrebbe litigato col pallone novanta minuti. Non capisco l’utilità di un giocatore del genere. Ah forse si, il Genoa doveva far spazio in rosa. Bacca il solito ectoplasma, e non parlatemi dei gol nelle ultime partite. Dopo una stagione fallimentare, per la legge dei grandi numeri, ci sta faccia qualche gol. Ma son partite come ieri che ti fanno vedere la sua pochezza in campo. Tralascio commenti sull’ennesimo battibecco alla sostituzione. Fosse stato ai tempi di Gattuso, Costacurta, Maldini etc. due begli schiaffoni negli spogliatoi non glieli avrebbe levati nessuno. Ti chiami Bacca, non Maradona, non Messi e non Ronaldo. Quindi zitto e lavora.

Torno a ripetere che abbiamo in panchina Lapadula, so che non è un fenomeno, non è un top player, va bene tutto. Ma siete sicuri che se avesse giocato tutte le partite come Bacca, non avrebbe uno score maggiore del colombiano? Ha già la media minuti-gol migliore e ogni volta crea di più, ma soprattutto Lapagol ha voglia di lottare, di guadagnarsi la fiducia e la maglia da titolare. Solo per questi motivi di impegno meriterebbe più considerazione. Credo che il motivo per cui giochi poco è che va valorizzato Bacca per venderlo a giugno.

Personalmente non so cosa succederà al termine della stagione a livello di società, rinnovi ed obbiettivi. Chiedo soltanto alla squadra di provare a vincere più partite possibili. Soprattutto vorrei vedere in campo undici “leoni” che ce la mettono tutta sempre. Dovete onorare quella maglia, so che siete giocatori normali e non campioni, ma tirate fuori l’orgoglio! Forza Milan, torniamo a vincere!

 

Vediamo ora nel dettaglio come si sono comportati i nostri giocatori :

Donnarumma : 5 – Pesante l’errore che permette al Pescara di passare in vantaggio. Tranquillo Gigio, fossi stato una squadra vera avrebbero cancellato il tuo errore con 5 reti. Purtroppo per te, però, sei in questo povero Milan. INTRISTITO

Calabria : 6,5 – Finalmente Davide. Ottima partita sia in copertura che in fase propositiva. Dovesse giocare su questi standard, andrei io a fare le valigie a De Sciglio. RINATO

Paletta : 4,5 – Partita imprecisa. Fiocco su questo bel pacchetto è la perla con cui sigla l’autorete. Un retropassaggio a 40 all’ora altezza inguine nello specchio è un tocco da fenomeno. DISTRATTO

Vangioni : 6,5 – Sulla fascia sinistra è ormai una garanzia. Ottima scoperta in prospettiva futura. RIVELAZIONE

Romagnoli : 7 – Migliore in campo. Chiude anche per Paletta, si destreggia in regia e colpisce un palo da vero bomber. Giornata di grazia in un match maledetto. CAMPIONE

Fernandez : 5,5 – Il meno peggio dei tre a centrocampo. Non ancora al pieno della forma, riesce comunque a fornire qualche passaggio utile ai compagni. Comunque è poca cosa. COMPASSATO

Sosa : 5 – Giornata no per il “principito”. Non azzecca nessuna giocata ed è piuttosto nervoso. ASSENTE

Pasalic : 5.5 – Ha la fortuna di segnare e di farsi trovare nel posto giusto. Personalmente non mi piace. Lento e poco incisivo non mi sembra pronto per essere titolare. ILLUSIONISTA

Deulofeu : 7 – E’ l’unico che ci prova. Attacca, copre e pressa. Fa tutto da solo vista la pochezza di chi lo assiste. Si stanca nel finale ma è comprensibile. TOP PLAYER

Ocampos : 4,5 – Caos totale. Un giocatore che deve ancora capire quali sono le sue doti. ECTOPLASMA

Bacca : 4 – Ennesima partita da “chi l’ha visto”. Per sua fortuna sul gol la palla gli rimbalza contro la gamba e finisce a Pasalic. Per il resto il nulla più assoluto, in confronto quello di Atreiu era una giornata di sole. FANTASMA

Lapadula : 6 – Per due volte si vede negare la gioia del gol. Questo basta o no per capire che anche se non è un campione, rende e si sbatte come nessun altro in rosa? LEONE

Locatelli : 5 – Entra e non incide. Se non per il solito giallo. AVULSO

Kukca : s.v.

Montella : 5,5 – Oggi ci mette del suo. Un centrocampo di carta velina, come quello proposto, è un grave errore. Non mi chiedo più, invece, come mai cosi’ poca considerazione per Lapadula. APPANNATO

 

 

 

 

 

 

Previous articleGenoa, senza capo nè coda
Next articleNapoli: Pareggio dal sapore di sconfitta
Nato a Milano nel 1983, ho conseguito il diploma di Liceo Scientifico presso l'istituto Guglielmo Marconi. Terminati gli studi ho iniziato a lavorare nel mondo delle scale come progettista oltre che responsabile vendite. La passione per lo sport mi accompagna fin da bambino, ho praticato tennis a livello agonistico e calcio a livello amatoriale. La mia vera passione e' il Milan, lo seguo fin da bambino ed e' una gioia poter esprimere questo " amore " attraverso scritti miei e le valutazioni delle partite.

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.