Abbraccio Rossonero: tra il “lusco e il brusco” sbuca il Napoli

294
milan

Il Napoli di Sarri ci attende al varco. La sfida sarà al limite del proibitivo, ma, l’obbligo di vincere, vale anche contro uno squadrone come quello partenopeo. Basta perdere punti con le rivali di “pari” livello

Contro il Napoli sarà la sfida “principe” fino a questo punto della stagione. Arriviamo, tutti noi italiani, da una disfatta di portata planetaria quale è stata la mancata qualificazione ai mondiali di Russia 2018. Almeno noi Rossoneri speriamo di poter tirare un sospiro di sollievo e di poter prendere ossigeno, calcisticamente parlando, con una buona prestazione e possibilmente una vittoria, in casa della squadra, attualmente, più forte della SerieA. Utopico? Probabile, ma come si dice, provarci è gratis e sarebbe anche ora di iniziare ad inanellare qualche risultato di spessore. Morale e classifica ne hanno un enorme bisogno.

Contro il Napoli rivedremo Suso e Jack?

Ci sono grandi possibilità. Montella si affiderà ai suoi “senatori”. A quei giocatori  che, secondo il nostro Mister, danno sempre il 100% per la causa e soprattutto per l’Aeroplanino. Ennesimo cambio, vero, ma diamo ancora una chance al nostro allenatore e vediamo se almeno fisicamente, questa pausa dalla Serie A , ha portato qualche beneficio all’ambiente Rossonero. Montella predica calma e anche i giocatori hanno confermato la bontà di questa preparazione in vista del big match. Solo il campo, ovviamente, ci dirà quanto di buono è stato fatto e se i microscopici passi in avanti delle ultime due partite sono stati reali, oppure dei “colpi di coda” di un Diavolo sempre più morente.

Kalinic parte col favore del pronostico anche contro il Napoli. Fiducia infinita da parte di Montella

Centrocampo e difesa, invece, dovrebbero andare verso la conferma degli interpreti dell’ultima sfida. Biglia ancora out, verrà con tutta probabilità rimpiazzato da uno tra Locatelli e Montolivo. Garanzie tecniche e stato di forma faranno da ago della bilancia per vedere chi vincerà il ballottaggio.

Per quanto riguarda le punte, o meglio, la punta, penso proprio che rivedremo Kalinic. La partita con la Croazia e la stima infinita di cui gode il croato, da parte di Montella, gli faranno sicuramente vincere la “sfida” interna sia con Silva che con Cutrone. Attenzione, però, che la staffetta verrà sicuramente proposta durante il match.

Fare un pronostico è davvero dura, numeri alla mano non ci sarebbe storia: il Napoli ci asfalterebbe. Per fortuna che il calcio non è sempre pura matematica o logica. Spesso vince chi gioca con più cuore chi ha quel pizzico di fortuna in più. Speriamo quindi che la ruota inizi a girare nel verso giusto anche per noi e che potremo tornare dalla super sfida del San Paolo al grido di Forza Milan!

 

 

 

 

 

Previous articleF1 – Gp Brasile, race analysis
Next articleMotoGp – Rendiamo grazie a Dovi
Nato a Milano nel 1983, ho conseguito il diploma di Liceo Scientifico presso l'istituto Guglielmo Marconi. Terminati gli studi ho iniziato a lavorare nel mondo delle scale come progettista 3d oltre che responsabile vendite e Show Room. La passione per lo sport mi accompagna fin da bambino, ho praticato tennis a livello agonistico e calcio a livello amatoriale. La mia vera passione e' il Milan, lo seguo fin da bambino ed e' una gioia poter esprimere questo "amore".

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.