Milan mercato: Lapadula erede di Bacca?

279

Lapadula da ieri sera alle nove è un giocatore del Milan. Colpo di scena che i meno esperti di mercato non si aspettavano. Invece il “condor” ha colpito.

LAPADULA: IL COLPO DI SCENA

Lapadula è da ieri sera un giocatore del Milan. Colpo di scena e scacco di mercato del Milan nello vecchio stile di Galliani. Si parlava di Napoli e di ritorno alla Juventus e s’era accennato della corte rossonera solo nei ultimi giorni. Solo che, viste le campagne acquisti di mercato degli ultimi anni, s’è preferito attendere l’ufficialità. Come dire, nessuno ci credeva…

Invece Gianluca Lapadula, 26 anni e cannoniere ufficiale della serie B con 30 reti, è approdato in un grande club di serie A. Forse aveva pensato a un anno di transizione, ma non è più come in passato e adesso bisogna saper rischiare, battere la concorrenza milionaria. Inoltre ragionando anche sul costo del cartellino, circa 9 milioni di euro, l’affare non è risultato così costoso. Per uno che ha segnato più di 20 goal e ha fatto seguire alle marcature 12 assist (statistiche transfermarkt), la società abruzzese avrebbe anche potuto chiedere più soldi.

LE CARATTERISTICHE

Gianluca Lapadula è un centravanti che solitamente anni fa si definiva “torre”. Solo che definirlo solamente così, non fa altro che sminuire ben altre doti tattiche e atletiche. Innanzitutto è alto 1,78 e spesso ha segnato di testa quest’anno, per cui è prezioso sui calci piazzati, laddove il Milan negli ultimi anni ha segnato poco.

Secondariamente sa sempre farsi trovare sotto porta, ma lo si può servire con cross bassi, perché sa calciare bene con entrambi i piedi e con quelli alti, perché è dotato di stacco e potenza di testa. Non basta. Di lui si dice che sia un lottatore e sappia battersi fino all’ultimo minuto in gara.  Pur essendo alto e slanciato, sa rendersi utile e non essere uno stoccafisso. Si tratta insomma di un centravanti completo e caratterialmente grintoso e combattivo: un possibile leader.

L’ADDIO DI BACCA?

Perché leader? Perché Bacca, l’attuale giocatore simbolo dell’attacco rossonero probabilmente lascerà Milanello. Destinazione: Inghilterra o Parigi. Carlos sente il richiamo del maestro Emery e non ha intenzione di fare un’altra annata di transizione.

Difficile allo stato attuale anche pensare ai possibili compagni di reparto che ci saranno. Menez lascerà il Milan e con lui anche Balotelli. Per ora, anzi, è l’unico titolare insieme a Niang. Tatticamente Lapadula può giostrare in un 4-3-1-2 oppure in un 4-3-3. Adatto alle idee berlusconiane, altresì alle richieste del nuovo allenatore che arriverà.

Certo passare dalla serie B a un palcoscenico come San Siro non è semplice, per di più se arrivi con un’eredità pesante: sostituire Bacca. Idolo o giocatore gradito ai rossoneri e unico di un tasso tecnico superiore alla media. Chi conosce un po’ Lapadula sa che per lui non è un peso, ma un onore. E’ riuscito da solo a portare il Pescara, non fra le più accreditate per la promozione, nella massima serie. Ha la tecnica, la duttilità, la grinta e la rapacità per conquistare il cuore dei tifosi.

SOLITO RINFORZO IN ATTACCO?

Gianluca Lapadula deve essere servito, come già detto. Palle filtranti o cross, ma un attaccante va assistito. Chi gli fornisce le palle giocabili, da trasformare in rete? Allo stato attuale, ma premettiamolo, siamo a inizio del calciomercato, pochi sono i piedi educati dei centrocampisti milanisti.

Per questo motivo, Galliani non dovrà fermarsi a questo solo rinforzo. Il Milan necessita di rifare, rimpolpare e migliorare il livello della mediana e delle fasce. Altrimenti, come è accaduto con Bacca, si rischierà di fare di un campione un giocatore mediocre.

E i milanisti cosa ne pensano del nuovo rinforzo rossonero?

Previous articleFuturo Berardi: la uno, la due o la tre?
Next articleWorld League: Tutto facile a Roma
Nato a Milano il 09/09/1984. Gestore content editor e piano editoriale del sito www.tifoblog.it. Come tutti i colleghi che scrivono in questo sito, noi ci proponiamo di fare del #tifogiornalismo senza tralasciare lo scoop e la notizia, ma interagendo con i tifosi. Collaboro per il sito www.milanoweekend.it - sezione Sport e per il sito www.casanapoli.net Nella vita studio e lavoro, perché non si finisce mai di imparare e coltivo una passione culturale sfrenata per arte, letteratura e poesia. Il mio motto è: a metà fra questo secolo e i precedenti con in testa di fare qualcosa che nessuno ha mai fatto!

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.