MONDIALI 74: Lo Zaire e l’uomo che batté la punizione al contrario

345
Mondiali 74 Zaire

Clamoroso fu il gesto del giocatore congolese Mwepu Ilunga che spazzò lontano una punizione per il Brasile durante i mondiali 1974 in Germania. Aveva i suoi motivi però…

Ai Mondiali in Germania del 1974 sollevò molta curiosità il gesto inaspettato del nazionale dello Zaire Joseph Mwepu Ilunga.
Mentre era in barriera per una punizione che doveva battere il brasiliano Rivelino, lui lasciò i compagni e con un calcio violento, spazzò la palla lontano. Il gesto venne punito col cartellino giallo  e sembrava come se non conoscesse le regole del calcio!

Ma dopo un po’ di tempo, si venne a sapere il vero motivo di quel gesto inspiegabile. La nazionale dello Zaire perse le prime due partite del girone 2-0 contro la Scozia e 9-0 contro la Jugoslavia. Ma in Zaire in quel periodo, c’era il dittatore Congolese  Motubu e per non subire ulteriori umiliazioni davanti a tutto il mondo, decise di minacciare i giocatori ai mondiali.

Infatti prima dell’ultima partita a Gelsenkirken contro il Brasile, gli uomini del dittatore avevano chiuso i giocatori negli spogliatoi e li avevano intimiditi dicendo che se avessero perso con più di tre gol di scarto contro i brasiliani, non sarebbero più tornati a casa. E minacciarono anche le famiglie dei poveri calciatori in patria.

Al Brasile servivano tre gol per qualificarsi.  E sul 3-0 a pochi minuti dalla fine, l’arbitro fischiò una punizione che uno specialista come Rivelino poteva realizzare un po’ come quando capitava a Pirlo sulla sua “mattonella”.  Ma in quel momento  Ilunga fu preso dal panico e calciò il pallone lontano per salvarsi e per perdere tempo. Un 4-0 sarebbe stato fatale.

Il suo gesto si rivelò vincente. I brasiliani risero anche in faccia al giocatore  e al ritorno in Zaire tutta la nazionale fu ugualmente punita per la brutta figura.  Ma lui divenne l’eroe d’Africa.

 Per la cronaca, Joseph Mwepu Ilunga morì nel 2015 dopo una lunga malattia.

“…I Mondiali hanno scandito i tempi della nostra vita e scandiranno quelli di chi verrà.” (Federico Buffa)

 

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.