MotoGp – Vinales sul tetto del mondo

285
Motomondiale

Silverstone (GB) – Woooooooow!!! Cari amici della MotoGp che gara abbiamo visto ieri! Quello che ogni appassionato vuole, spera e sogna! Duelli mozzafiato, giovani che crescono, campioni che non mollano e soprattutto incidenti senza gravi conseguenze. E vorrei partire proprio da qui, dalla grande paura del giro 1, quando la Ducati Pramac di Baz e la Yamaha Tech 3 di Espargaro carambolano impazzite sui verdi prati di Silverstone con i due piloti stesi a terra. Espargaro dà subito segnali positivi quando viene portato via in barella, ma Loris Baz ci fa attendere diversi minuti, poi finalmente un sospiro di sollievo quando alza un braccio e saluta mentre viene caricato in ambulanza. Ok, paura passata, si può ripartire, liberiamo la mente, possiamo tornare a divertirci. Una gara fantastica, Vinales si trova perfettamente a suo agio con la sua Suzuki sulla pista inglese, subito al comando e subito in fuga. Dietro di lui il mucchio selvaggio per la seconda posizione con Crutchlow (fresco di vittoria a Brno e padrone di casa), Rossi, Iannone e Marquez, più staccati invece Dovizioso e Pedrosa. Finalmente Marquez decide di togliere i panni del ragioniere indossati negli ultimi gran premi e mettere quelli del samurai impazzito, mettendo sul piatto punti importanti per il mondiale e noi da casa non possiamo fare altro che ringraziarlo per lo spettacolo che ci ha regalato nei sorpassi e contro sorpassi soprattutto con Valentino. La troppa irruenza però gli gioca un brutto scherzo, infatti a causa di un fuori pista regala un paio di posizioni che, visto il vantaggio in classifica, non dovrebbero influire più di tanto. Purtroppo Iannone non riuscirà a concludere la sua battaglia per il podio a causa di una caduta. La bandiera a scacchi ha visto dunque Vinales trionfatore assoluto, (clamorosamente settimo differente vincitore negli ultimi sette gran premi di MotoGp), secondo Crutchlow, terzo un mai domo Valentino Rossi, quarto un Marquez da applausi. Un po’ di delusione in casa Ducati per la caduta di Iannone e per la gara un po’ anonima di Dovizioso, sesto al traguardo dietro a Pedrosa. Male, malissimo, quasi imbarazzante Jorge Lorenzo, ottavo al traguardo, mai competitivo in questo week-end. La classifica generale vede Marquez a quota 210 punti, Rossi a 160, Lorenzo 146.

Domenica tutti a Misano, lo spettacolo della MotoGp continua!!!

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.