Motori – Australiani trionfatori dei due mondi

243
Nello stesso week-end sono entrambi australiani i successi nelle due gare più prestigiose del motorsport. Ricciardo e Power conquistano i due mondi.

Due categorie diverse, due gare diverse, opposte, la più lenta contro la più veloce del pianeta. Due personaggi, agli antipodi, con personalità opposte. In comune hanno la nazionalità, la velocità e poco altro. Stiamo parlando di Daniel Ricciardo, trionfatore a Montecarlo con la Red Bull e di Will Power, fresco conquistatore della 500 miglia di Indianapolis con il Team Penske. Le due gare più prestigiose dei rispettivi calendari, quelle che possono segnarti l’intera carriera, nello stesso giorno, a poche ore di distanza, ad oltre 7000 km di lontananza, entrambe conquistate da piloti australiani.

Entrambi alla ricerca di riscatto, Ricciardo già vicino a sbancare Montecarlo due anni fa, ma un errore del team durante il pit-stop regalò la vittoria a Lewis HamiltonPower, alla sua 11a stagione in Indycar e vincitore del titolo nel 2014, non era mai riuscito ad andare oltre al secondo posto nell’ovale di Indiana. Grazie alla velocità del motore Chevrolet, ad una strategia di gara perfetta del suo team e ad una guida impeccabile finalmente l’obbiettivo è stato centrato.

Qui Monaco:

Il Gran Premio di Monaco purtroppo non ha regalato grandi emozioni, come spesso accade a Montecarlo dopo la prima curva le posizioni si sono cristallizzate. Gara a rilento del gruppo di testa, chi per problemi tecnici, chi per preservare gli pneumatici, nessuno ha voluto forzare la mano. Bravo questa volta Max Verstappen che dopo l’ennesima marachella nelle libere di sabato è riuscito, partendo dal fondo, a concludere in 9a posizione senza causare danni. La Formula 1 torna tra due settimane con il Gran Premio del Canada.

Qui Indiana:

Tante emozioni invece nel catino di Indianapolis. Moltissimi gli illustri a muro, tra tutti i rientranti Danica Patrick ed Helio Castroneves; oltre ai protagonisti del campionato Sebastien Bourdais, Takuma Sato e Tony Kanaan. Ottima la gara di Ed Carpenter, al comando nella prima parte di gara, secondo al traguardo. Ora si volta subito pagina, già dal prossimo week-end, dove andrà in scena l’unico double header stagionale, a Detroit.

 

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.