Napoli: Di buono c’è soltanto il gioco

225

Il Napoli era chiamato sul piano del gioco ad una prova convincente dopo che 5 anni allo Stadium è sempre sceso in campo con un attegiamento timoroso che ha portato sonore sconfitte nonostante in attacco si disponeva di gente del calibro di Cavani e Higuain. In una situazione ben peggiore con i due centravanti della rosa fuori gioco la squadra di Sarri nonostante l’ennesima sconfitta esce da Torino con la convinzione che se la squadra riesce a ritrovarsi sul piano del gioco riducendo sensibilmente gli errori difensivi individuali può comunque lottare per il secondo posto che vuol dire un’altro anno in Champions. La formazione messa in campo da Sarri è di buona qualità e l’innesto di Diawara come centrocampista centrale si è rivelato una buona mossa. Il 19enne prelevato dal Bologna nonostante la giovane età mostra grande personalità e spirito combattivo quando c’era da fare un contrasto e ribaltare l’azione, anche dal punto di vista dell’impostazione non disdegnava nel verticalizzare anche quando sbagliava. Un prospetto che in futuro potrà valere una montagna di milioni di euro. Il lato scuro della gara degli azzurri che purtroppo ha inciso negativamente sul risultato della gara sono i soliti errori difensivi che la retroguardia azzurra a turno commette in ogni gara e questo è stato il turno di Ghoulam che con due rinvii difettosi ha consentito a Bonucci e Higuain di portare a casa la gara. Del suo ce lo ha messo anche Sarri dove dopo il pareggio siglato da Callejon ha tolto Insigne che tra l’altro ha fatto pure l’assist sul gol dello spagnolo al posto di Giaccherini diminuendo drasticamente il peso offensivo dell’attacco anche se alla fine poteva cambiare poco visto che il numero ventiquattro azzurro ha giocato novanta minuti la gara contro l’Empoli. Questa volta nulla da dire sul piano della prestazione alla squadra, la classifica alla fine conferma il divario tecnico che già esisteva tra le due squadre dove se vendi il tuo migliore attaccante alla tua diretta concorrente polverizzi quelle poche speranza che hai di giocartela per lo scudetto. Per fortuna in questa giornata di campionato per la lotta al secondo posto non è cambiato molto per il pareggio della Roma nonostante il Napoli si trovi quinto scavalcato da Lazio e Milan con i biancocelesti che saranno ospiti al San Paolo sabato prossimo. Per la trasferta in Turchia contro il Besiktas si deve ripartire dal gioco con la consapevolezza che con le prestazioni si può uscire fuori dallo tsunami che si è abbattuto sul Napoli con l’infortunio di Milik che ha complicato le cose in maniera esponenziale.

https://www.youtube.com/watch?v=W9N7zrlkaj4

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.