Napoli: Rosa più completa

273
Db Arco di Trento (Tn) 20/07/2012 - amichevole / Napoli-Bayern Monaco / foto Daniele Buffa/Image Sport nella foto: Aurelio De Laurentiis

Con il campionato fermo causa sosta per le nazionali è tempo di bilanci per quel che riguarda il mercato del Napoli. La sessione estiva appena conclusa per gli azzurri si è rivelata molto movimentata dal primo all’ultimo giorno di mercato con l’arrivo di Tonelli subito dopo il termine dello scorso campionato, passando per la cessione di Gonzalo Higuain alla Juventus per la cifra monstre di 94 milioni di euro fino ad arrivare a Maksimovic preso al fotofinish dal Torino dopo un lunghissimo corteggiamento durato per tre sessioni di mercato. Molti si aspettavano il botto in attacco per colmare il vuoto lasciato dal Pipita, si è provato a prendere Icardi trovando opposizione ferma da parte dell’Inter per non parlare della suggesione Cavani che stesso il presidente ha ammesso di averci fatto un pensierino che alla fine è rimasto tale. Quindi il Napoli ha adottato una strategia che a medio-lungo termine può rivelarsi vincente andando a rinforzare in maniera decisa il centrocampo facendo una vera è propria rivoluzione prendendo la migliore gioventù disponibile sulla piazza che portano il nome di Zielinski, Diawara e Rog che prendono il posto di David Lopez, Valdifiori e Grassi, che l’anno scorso non hanno mai inciso sul rendimento della squadra. Il giocatore polacco prelevato dall’Udinese già dalle prime partite ha fatto capire che vuole fare sul serio mettendo la sua firma nei primi quattro punti del Napoli; il croato classe 95 invece è dotato di un ottimo bagaglio tecnico abbinato alla sostanza che fa valere nei contrasti, inoltre ha nelle corde un bel tiro da fuori area oltre ad essere un abile tiratore di punizioni. Per quando riguarda l’ex Bologna la sua posizione naturale è quella di centrocampista centrale con grande abilità nel recuperare palla condita da una dicresta capacità di impostare il gioco che può assolutamente migliorare data la sua giovane età e che in prospettiva può soffiare il posto da titolare a Jorginho. Capitolo difesa: Tonelli e Maksimovic rinforzano numericamente la rosa che nel mese di Gennaio dovrà fare a meno di Koulibaly che disputerà la Coppa d’Africa e non sarà a disposizione per almeno un mese e che possono rendere meno dolorose le cessioni future di Albiol e dello stesso difensore senegalese che a più riprese ha mostrato vari mal di pancia causa rinnovo del contratto. Infine l’eredità di Higuain sarà molto probabilmente presa dal polacco Milik che alla prima da titolare contro il Milan ha già dimostrato di non essere pesato dalla sua ombra ingombrante e che può garantire alla squadra di Sarri un bel bottino di gol, mentre Giaccherini può far rifiatare finalmente Callejon in un ruolo molto dispendioso come il suo e dove può rivelarsi un autentico Jolly giocando anche da mezzala come lo ha impiegato Conte agli Europei. Detto questo si può ritenersi soddisfatti per come hanno operato De Laurentiis e Giuntoli in questo mercato visto che sono stati presi giocatori che possono dare al tecnico molte varianti tattiche e di provare anche a cambiare modulo in cordo d’opera oppure provare schemi su calci piazzati, forse erano necessari anche interventi per quanto riguarda i terzini e una punta dove Gabbiadini ha fatto capire di non essere a suo agio come punta centrale nell’attacco partenopeo, ma sono discorsi che si possono riprendere nel mercato invernale dove speriamo di vedere il Napoli ancora in corsa su tre fronti.

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.