Occhio d’aquila – La storia del bambino che sfidò i leoni e uscì vincitore

293

La Lazio è per vocazione una squadra per pochi, non adatta alle moltitudini. Storie di epiche battaglie che si susseguono nel tempo. L’ultima a Napoli sabato scorso, dove un bambino di nome Keita ha sfidato i leoni del San Paolo e ne è uscito vincitore. Un ragazzino di 21 anni che ha beffato un’intera squadra mentre era ancora intenta ad esultare. E’ vero la Lazio non ne è uscita con i canonici 3 punti, mal’1-1 maturato e una grande prestazione del gruppo, delinea le chiare forme di una vittoria.

Tocca a noi – Adesso venitemi a dire che questi ragazzi non meritano uno stadio pieno, una bolgia. Adesso tocca ai tifosi laziali decidere che obiettivo vogliono raggiungere in questo campionato. Arrivano buone notizie anche dalla questura: a metà novembre potrebbero sparire le insensate ed inutili barriere che dividono le due curve. Ciò potrebbe permettere alla gente laziale di tornare allo stadio a tifare, nella piena libertà dei diritti civili che, troppo spesso quando si parla di tifosi, vengono dimenticati.

Gift card 300x250

Wallace – Una menzione particolare la merita il difensore brasiliano. Prima partita davvero importante per lui, senza gli infortunati Bastos e De Vrij, ha fatto un’ottima figura davanti ad un attacco ostico. Nessun errore rilevante, nessuna indecisione, solo personalità e caparbietà. Se questo è il buongiorno, allora questa sarà una stagione che potrà regalare soddisfazioni.

Derby – Il 4 dicembre Inzaghi potrà affrontare la sua prima stracittadina, davanti a lui la Roma di Spalletti, pronta a dare battaglia. Il 21 novembre – dopo la sosta per le Nazionali – ci sarà il Genoa all’Olimpico. Poi il Palermo in trasferta, prima dell’attesa partita contro i giallorossi. Uno scenario interessante che potrebbe proiettare la Lazio tra i primi posti in classifica. Allora il Derby avrà un sapore del tutto particolare, come quelli che Inzaghi giocava da calciatore.

 

Foto Tuttosport

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.