Osasuna: Vasiljevic nuovo allenatore dopo l’esonero di Caparros

236

Vasiljevic, ex direttore sportivo è il nuovo allenatore dopo l’esonero di Caparros dopo il 0-3 contro l’Eibar nella Coppa del Rey.

Le acque sono agitate a Valencia, ma anche a Pamplona non mancano le sorprese.

vasiljevicPetar Vasiljevic, serbo  di Belgrado, fino a fine 2016 direttore sportivo dell’Osasuna, è stato nominato nuovo allenatore dei rossi. Il tecnico Caparros è stato esonerato dopo la sconfitta casalinga per 0-3 contro l’Eibar e le critiche al suo gioco e ai risultati raggiunti.

Il portavoce della Direzione dell’Osasuna, Alfonso Ramírez segnala a Cadena Ser Navarra, che le prossime 4 partite saranno fondamentali per la stagione. Se non arrivano i risultati, la squadra dovrà già pensare al campionato 2017-18.

Ramírez sottolinea che i giocatori devono credere nel loro valore. Chi meglio dell’ex Direttore Sportivo, che li ha portati a Pamplona, può convincerli? La sconfitta con l’Eibar è stata durissima da digerire: i navarri sono scesi in campo con: Mario; Aitor Buñuel, Tano, Iván Márquez, Fuentes; Oier, Imanol García, Fausto Tienza, Roberto Torres; Sergio León e Oriol Riera.

Nel secondo tempo spazio a giocatori più creativi come Causic e Alex Berenguer, e anche ad un giovane come Lorea. Grandi critiche sono piovute a Caparros per il suo gioco troppo difensivo e la fatica nel creare gioco ed occasioni da goal, oltre che per la difesa troppo ballerina.

Nella seconda frazione con i nuovi innesti l’Osasuna ha trovato più verticalità ed ha creato qualche occasione, subendo però il 3-0 al novantesimo che praticamente estromette i navarri dalla competizione.

Fondato nel 1920, il principale club navarro, ha maglia rossa e pantaloncini blu, stessi colori dello scudo. I giocatori sono soprannominati rojillos. Osasuna in lingua basca significa forza, salute, vigore, proprio ciò che servirebbe ora per risollevare la squadra e dare soddisfazione ai tifosi del Reyno de Navarra, prima chiamato Sadar.

I migliori risultati del club sono: una finale di Coppa del Rey persa contro il Betis di Siviglia in finale nel 2004-05, le semifinali di Coppa Uefa nel 2006-07 dopo essere stato eliminato nei preliminari di Champions League contro l’Amburgo. L’Osasuna è una neopromossa: l’anno scorso militava in Segunda División. Arrivata sesta, vinse i playoff promozione contro il Gimnastic de Tarragona e il Girona, entrambe squadre catalane, tornando nella Liga.

Gli avversari del Valencia vivono quindi una situazione esplosiva come quella di Calle de Aragón. Lunedì 9 gennaio allo stadio El Sadar, davanti a quasi 20.000 spettatori, le due compagini daranno vita a una lotta acerrima per salvarsi e rimanere nella Liga.

Il capitano Oler Sanjurio, ha ringraziato Caparros e Vasiljevic. E’ dal 2012 all’Osasuna e non ha mai smesso di credere in questi colori. L’ex allenatore aveva collezionato 7 sconfitte e un pareggio in 8 partite. Suona l’inno “Osasuna, aupa que tu sabes triunfar”, Osasuna, “aupa” che tu sai vincere, i tifosi ci credono.

[Foto del nuovo mister: Jesus Caso – Diario de Navarra]

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.