Il pagellone rossonero: l’allenatore nel pallone

276
udinese milan pagelle

Il nostro allenatore, Rino Gattuso, è “nel pallone”

Giocatori ed allenatore non sono praticamente scesi in campo ieri sera. Disfatta in Europa League. Altre parole per descrivere l’oscena prestazione contro il Betis, non ce ne sono.

Abbiamo iniziato il match con il classico 4-3-3 tanto caro al nostro Mister. Peccato che durante lo svolgersi della partita siamo passati ai vari: 3-4-3 nella fase clou del primo tempo, 4-4-2 alla ripresa del secondo per poi concludere con un 3-5-2 anomalo. Un vero macello. Siamo onesti, ieri sera, il nostro allenatore, non ci ha capito nulla. Caos totale.

Si ‘è provato a dare spazio a chi ha giocato meno con i vari Zapata, Laxalt, Bakayoko e Castillejo oltre a un impresentabile Borini anche a livelli dilettantistici. Biondo poi, fà paura.

Qui sorgono i problemi. Oltre ad avere “titolari” scarichi e in preda all’ansia, abbiamo le cosiddette “riserve” che quando chiamate in causa, a parte qualche sprazzo per Castillejo, fanno scendere notte fonda. Il centrocampista ex Chelsea ed ex Monaco sembra arrivi da un altro sport, Zapata dorme, Laxalt non è un terzino e Borini ragazzi, io ho provato a sostenerlo, ma non stoppa un pallone, non avanza, non ha idee! E’ un danno costante eppure ce lo ritroviamo sempre tra i piedi. Misteri dell’allenatore.

In attacco non abbiamo schemi, nessuno. Ma è colpa dell’allenatore?

Borini in una delle sue pose plastiche. Altra prestazione oscena

Di sicuro, Gattuso, esente da colpe non puo’ essere. Ci son però delle attenuanti: una su tutte è che se abbiamo dei giocatori come Suso, Jack, Calhanoglu e Castillejo che viaggiano a corrente alternata e non abbiamo alternative, più di tanto Ringhio non puo’ fare. Va però detto che la reale abilità di un allenatore sta nel far rendere i suoi nel miglior modo possibile, sfruttandone le caratteristiche nella loro zona di comfort in campo. Spesso noi giochiamo con giocatori adattati, dai terzini che sono esterni, agli esterni alti che son trequartisti e non giocatori di corsa come Mertens o Callejon. Tanto per fare un esempio facile-facile.

Se a questi problemi aggiungiamo un’ansia e un’arrabbiatura crescente del Pipita, oltre a Cutrone sempre in panchina, beh, mi dite chi fa gol? Mi dite chi crea azioni pericolose? Non sarà il caso, caro Rino, di cambiare qualcosina? Prova, tanto peggio non puo’ andare! Abbiamo espresso le nostre migliori potenzialità con le due punte? Bene, schierale diamine!

Ora ci toccherà un doppio incontro infuocato, prima la Samp e poi il Genoa. Entrambe a San Siro. Dire che vincere è d’obbligo sarebbe riduttivo, dobbiamo fare sei punti e convincere. Zero alibi.

Vediamo invece come si sono comportati i nostri beniamini ieri sera:

Reina: 5 – Partita da dimenticare. Insicurezza costante, a partire dal primo minuto. DISTRATTO

Calabria: 4,5 – Regredisce di partita in partita. Ripeto che non è un terzino, prima lo si capirà e meglio sarà per tutti, ragazzo compreso. ADATTATO

Romagnoli: 5 – Sanabria si fà beffe di lui. Sanabria, mica CR7. REGREDITO

Zapata: 4 – Lo Celso lo irride sempre, serata imbarazzante per il colombiano. DISASTRO

Laxalt: 5,5 – Almeno spinge, male ma spinge. Anche lui non è un terzino. FUORI RUOLO

Bakayoko: 4 – Lo vedrei meglio come Pivot a basket. Il calcio, al momento, non fà per lui. DANNO

Biglia: 6,5 – Non predica nel deserto, distribuisce “perle ai porci”. Unico vero giocatore in mezzo al campo. METRONOMO

Bonaventura: 5 – Jack, che tu fossi un isterico lo si capiva già da tempo. Ecco, vederti schivare il Pipita, rubargli palla e non passarla a nessuno fà rabbia. Fossimo nel ciclismo saresti un semplice gregario ed invece vuoi fare il top player. Non ci siamo. VENEZIANO

Borini: 3 – Mai dato un voto così. Ma spiegatemi la partita di Borini. Davvero, son curioso, perchè io lo avrei appeso al muro. IRRIVERENTE

Higuain: 5 – Partita nervosa. Litiga con il mondo e sbaglia persino gli stop più semplici. Va capito, è in una squadra di scappati di casa cit. NEVRASTENICO

Cutrone: 8 – Senza parole. Entra e dà sempre la scossa eppure è sempre in panca. Mistero. AVVELENATO

Suso: 4 – Spiegate anche allo spagnolo che non è Messi, se entri in fascia, quelle chiappone, devi muoverle! FASTIDIOSO

Bertolacci: 6 – Recupera la palla che poi Cutrone metterà in rete. RISPOLVERATO

Gattuso: 4,5 – Ieri sera un danno Mister. Come allenatore meriteresti credito, ma c’è un problema, stai allenando il Milan che deve rialzarsi. Questi passi indietro non sono ammessi, cerca di capire, risolvere ed agire! Il tempo stringe. IN COTTURA

 

 

 

 

 

 

 

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.