Il Pagellone Rossonero: mattone su mattone, viene su la grande casa

234
sipario

Altri tre punti d’oro per la “banda” di Gattuso

Un passo alla volta senza mai voltarsi indietro.  Soprattutto, senza mai guardare o dar troppo peso, alla classifica. Questo è il motto di Gattuso che pare trovare sempre più credito a suon di risultati. Ringhio è solo grinta e urla? Non credo proprio. Ed ora, ricredetevi tutti.

Calhanoglu è tra quelli che ha beneficiato maggiormente della cura Gattuso

Sampdoria annichilita durante i novanta minuti di San Siro e altri tre punti in cassaforte. Ora le lunghezze che ci separano da quella che è l’ “Europa che conta” sono solo sette, ma dubito sia possibile una risalita di tale portata. Perché questo accada, oltre a vincerle quasi tutte, le altre, devono veramente crollare. C’è però una cosa che ho imparato in questi anni, e cioè: mai dire mai.

SEMrush

Vi faccio un esempio: in mezzo a questi anni bui e di “vacche magre”, chi si aspettava il trionfo di Doha lo scorso inverno? Ovviamente nessuno. Per questo dico che nonostante le possibilità di recupero su Inter e Lazio soprattutto, siano poche, non dobbiamo mai smettere di crederci o di sostenere i nostri ragazzi. Con la partita di ieri sera, in cui abbiamo fatto ammattire gli undici di Giampaolo, si è sancita la definitiva resurrezione del Diavolo Rossonero. Inteso, oltre che come squadra che finalmente porta a casa risultati, più che altro come un gruppo coeso che ora funziona. Mancava Kessiè? No problem, ecco che Montolivo sfodera una prestazione d’altri tempi.

Ora, a Roma ci starebbe anche non tornare con il bottino pieno. Finalmente, però, si arriva a sfide di questo calibro con la consapevolezza di essere una squadra e un gruppo vero. Non solo grinta e cuore, ma anche tecnica e tattica. Con Bonucci, Romagnoli, Biglia, Bonaventura, Suso e Calha, la palla, è difficile rubarcela! Ieri sera ne è stata la prova più lampante. Come ammesso dallo stesso Gianpaolo ai microfoni di Sky, Il Milan di Gattuso ha forse svolto la miglior partita dell’anno non lasciando scampo agli avversari.

Vediamo nel dettaglio come si sono comportati i nostri beniamini:

Donnarumma: 6,5 – Spettatore per 88 minuti, se la cava egregiamente sull’unica incomprensione Bonucci-Romagnoli sventando una palla pericolosissima per Kovnacki. REDIVIVO

Calabria: 7,5 – E’ lui, o non è lui? Certo che è lui! Assist sul rigore, assist a Jack e quasi la mette al novantesimo dopo una corsa alla Varenne in fascia. Dire che è rinato, è poco. PENDOLINO

Bonucci: 6 – Buona partita. Segna anche ma in palese fuorigioco. Peccato l’errore sul finire di partita, poteva costar caro. Comunque tornato su livelli pazzeschi. LEADER

Romagnoli: 6,5 – Dove non arriva Leo, ci arriva lui. Annienta Zapata e controlla tutti. COMPUTER

Rodríguez: 6 – Peccato per il rigore, ma che parata Viviano! In lenta ripresa, trova gamba e coraggio con il passare dei minuti. TIMIDO

Montolivo: 7 – Chi lo dava per finito dovrà ricredersi. Riccardo, che bella partita! Contrasti e geometrie per tutto il match. Esce stremato tra gli applausi. ESEMPIO

Biglia: 7,5 – Migliora di partita in partita. Ieri sera non ha sbagliato nulla. Ritmo di gioco e corsa come ai vecchi tempi. STOICO

Bonaventura: 7 – Con Gattuso è rinato. Quinta rete in campionato e continui movimenti ed inserimenti per tutto l’arco del match. Ci credete che con  Montella stava in panchina? TUTTOFARE

Suso: 7 – Per sessanta minuti la palla è sua. Levargliela? Impossibile. Se ogni tanto fosse meno innamorato del pallone diventerebbe un vero fenomeno. BOSTIK

Cutrone: 5,5 – Sportella e prova a tener su la squadra anche se con scarsi risultati. In partite come queste si vede che è ancora acerbo, ma come vede la porta lui, nessun altro. Soprattutto alla sua età. FUTURO

Calhanoglu: 7,5 – La sventagliata di cinquantatré metri con cui serve Suso in occasione del gol è da applausi. Cambia gioco, verticalizza e recupera come un forsennato e con una qualità altissima. Che giocatore! La traversa trema ancora… MERLINO

Silva: 6,5 – Bravo Andrè! Finalmente un ingresso con la i maiuscola. Entra e si sbatte a dovere. Serve a Calabria una palla d’oro. Dovesse svegliarsi anche lui, attenzione. ENIGMATICO

Gattuso: 7,5 – Ringhio, solo applausi. Siamo oltre le più rosee aspettative. Ora viene il bello. COMANDANTE

 

 

 

 

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.