Il pagellone rossonero: Milan, il derby della vergogna

494
derby

Il derby della vergogna: a livello di gioco, abbiamo toccato il fondo

Coreografia rossonera nel derby

Un derby pietoso come quello di ieri sera erano anni che non si vedeva. Ne abbiamo persi tanti come ne abbiamo vinti moltissimi, ma quello che ti lascia l’amaro in bocca, una rabbia incontrollata verso Gattuso e la banda di debosciati scesa in campo ieri, è l’atteggiamento remissivo messo in mostra dall’undici rossonero.

Puoi non vincere, certo, ma presentarsi contro i Cugini con un comportamento simile fà arrabbiare, e anche tanto. Il primo tiro in porta lo abbiamo fatto al 35esimo della ripresa. Onestamente come commentare una vergogna simile? La Spal, pochissime settimane fa, aveva messo sotto l’Inter. Possibile che abbiamo un gioco peggiore della squadra Ferrarese? Possibile che ogni volta che l’avversario non lotta per la retrocessione, ce la facciamo letteralmente nelle mutande? No ragazzi, così non va. Ho sempre difeso a spada tratta il nostro Mister, ma il modo di approcciare il Derby, l’incapacità di dare la scossa alla squadra e la conferenza post partita, in cui si diceva contento di alcune cose e sereno sul piano del gioco, beh, sono da mani nei capelli. Anzi, son affermazioni degne del peggior Montella! Ringhio, svegliati e basta con la paura.

Un derby senza idee e senza spina dorsale

Molli. Siamo stati molli per tutta la partita. A tratti impauriti e quasi paghi del pareggio, ovvero di non perdere. Pura follìa. Vedere a più riprese un giocatore come Higuain totalmente abbandonato a sè stesso e costretto ad arretrare fino alla propria trequarti per recuperare un pallone fa venire le lacrime agli occhi. Ancora peggio quando provava a chiamare il pressing alto da parte dei suoi compagni: mai nessuno, in novanta minuti, è andato per aiutarlo. Deprimente, ma forse era il diktat dell’allenatore.

Siamo passati dal 4-2 fantasia al 4-3 eresia

Suso e Higuain
Suso delude nel derby e Higuain è troppo isolato

Lontani da questo derby sono i tempi in cui ci si preoccupava di come far coesistere fantasisti e punte tutte assieme in campo: Seedorf,Pirlo,Rui Costa, Kakà, Sheva e Inzaghi tutti assieme.

Oggi ti preoccupi di mettere Cutrone con Higuain. Non so ragazzi, io ste cose non le capisco. Come puoi pensare di scardinare le difese sempre col solito giro palla lentissimo e proposto sempre e comunque dai soliti interpreti? Ieri non giravano Jack e Calha? Benissimo, fine primo tempo si levano e si tentano alternative. Non puoi aspettare il 75esimo ogni volta per provare a cambiare qualcosa. E’ sinonimo di paura Rino, hai paura di cambiare perchè temi di peggiorare le cose, ma così non si va da nessuna parte!

Ancora non mi spiego l’ingresso di Bakayoko, Cutrone messo in fascia e Abate, dico Abate al 91esimo per Calabria, così, per dare uno schiaffo al minimo equilibrio che avevamo senza dare un apporto alla manovra. Castillejo, Halilovic, Laxalt e Cutrone, è possibile non vedano mai il campo? Saranno mai più scarsi o più fuori fase degli attuali titolari? Proviamoli dannazione, peggio non puo’ andare!

Il derby ha offerto talmente pochi spunti a livello tattico e tecnico da parte dei nostri, che è difficile continuare ad analizzare il match: non siamo scesi in campo e ci siamo spaventati, preferendo il pareggio, ai primi attacchi nerazzurri. Siamo mediocri, soprattutto di testa e, forse, grosse colpe inizio a credere le abbia il Mister. Serve onestà intellettuale per analizzare il momento e ripartire.

Vediamo invece nel dettaglio come si sono comportati i nostri beniamini:

Donnarumma: 5 – Disastro in accoppiata con Musacchio-Romagnoli in occasione del gol di Icardi. Va a farfalle e legge male la traiettoria. Urge Reina titolare. DISTRATTO

Calabria: 6  – Stranamente attento in fase difensiva, se la gioca bene contro Perisic. Inesistente in fase offensiva. Non c’è una volta in cui riesca bene in entrambe le situazioni. INCOMPLETO

Musacchio: 5,5 – Regge bene tutto il match. Poi si distrae e i top player non possono permetterselo, soprattutto in un derby. ALTALENANTE

Romagnoli: 6 – Vale un gol la chiusura su Icardi. Peccato sul gol subito, si stacca e, con Musacchio, mandano in tilt anche Gigio, reo comunque di un’uscita a farfalle. BACATO

Rodriguez: 5,5 – Nè carne, nè pesce. Una partita onesta, quasi come sempre. SCOLARESCO

Kessiè: Il suo lo fa sempre, non è da lui che devono partire le giocate. Peccato molti se ne scordino. CARRO

Biglia: 6 – Regia pulita, lenta ma pulita. Recupera innumerevoli palloni, quello che manca è il lampo di genio. COSTANTE MA NON BRILLANTE

Bonaventura: 4,5 – Il vero flop in mediana è lui. Non passa un pallone e ne leva molti a compagni meglio posizionati. Zero palloni al pipita, quando Jack vuol far la prima donna viziata, gli riesce benissimo. INACIDITA

Suso: 5 – Quando gli viene sbarrata la strada, non sa cosa fare. Peccato sappia incidere sempre e solo quando le partite non contano. Ogni tanto, puoi accomodarti in panchina se la partita non fa per te. ALTALENANTE

Calhanoglu: 5 – Gioca da solo e sbaglia mille palle. Stop faticosi e zero idee. Urge una vacanza in panca. ECTOPLASMA

Higuain: 5 – Da solo non fa miracoli. Mai servito e parecchio isolato si innervosisce e sbaglia un paio di palloni. NON PERVENUTO

Cutrone: 6 – Sto ancora cercando di capirne l’utilità in fascia. STRAPAZZATO

Bakayoko: s.v

Abate: s.v

Gattuso: 4,5 – Ringhio, mi spieghi il derby? Seriamente, cosa avevi pensato? Da spettatore è parso che l’ordine fosse non prendere gol e non rischiare. Una partita da catenaccio mai visto. Solitamente si usano i contropiedi, ecco, ieri, nemmeno quelli. Squadra sfilacciata e stanca, zero  idee e sempre i soliti. Possibile che non sai schierare i ragazzi in altro modo? Sei davvero così limitato? Ti prego smentiscici. Io ti ho sempre sostenuto, ma la fiducia inizia a vacillare. IMPAURITO

 

 

 

 

 

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.