Il pagellone rossonero: tre punti per la retta via

650
derby

I primi tre punti di questo campionato sono arrivati, meritatamente, a seguito di una gara comandata per tutto il primo tempo

Tre punti d’oro. Complice una confusione totale in casa romanista, Di Francesco ha scelto la sera sbagliata per fare l’alchimista coi suoi ragazzi, l’undici rossonero ha messo in tasca la prima vittoria di questa stagione. Meritatamente.

Tre punti regalati dal nostro gioiellino Cutrone

Primo tempo in totale controllo, la Roma fatica a uscire dalla propria metà campo e quando lo fa, lo fa coi tempi e i ritmi sbagliati. E’ come se avesse fatto l’intera prima frazione in folle. Merito anche della  banda di Gattuso che fisicamente, quando le gambe tengono, non ha rivali. Diverso è il discorso quando calano le energie, si è visto sia contro il Napoli, anche se quella partita è stata stregata, che ieri sera in alcuni frangenti della ripresa.

Trovare qualche insufficienza è impossibile, forse Suso, a cavallo di un match tra l’inutile e il superfluo. Va bene, diluviava e son le prime uscite, il suo fisico “tracagnotto” non entra di certo in forma subito, ma prestazioni come ieri sera, fan riflettere. Rispetto però alla passata stagione abbiamo, eventualmente, alternative. Questi problemucci verranno sistemati col passare delle giornate, intanto godiamoci la vittoria contro la Roma e i primi punti in cassaforte!

L’importanza di questi punti

Capirete facilmente quanto sia stato fondamentale vincere ieri sera. Presentarsi alla sosta per le Nazionali con due sconfitte e una partita in meno, a quota zero punti, sarebbe stato pesantissimo a livello psicologico oltre che di classifica.

D’accordo, col Genoa si deve recuperare, ma a livello inconscio vedere il numero zero di fianco alla propria squadra, non avrebbe di certo fatto bene a tutto l’ambiente, compreso Gattuso che sta, di partita in partita, trovando la quadra della situazione.

Sì, perchè a sentire alcuni tifosi, già dopo la prima sfida coi partenopei, pareva avessero capito tutto addossando le colpe solo al Mister. Francamente, scusate, siete stati un po’ tristi e vi paragono ai tifosi dell’Inter. Sì, avete capito bene. Mi spiegate come fate a criticare un allenatore dopo una partita per aver sbagliato un cambio? Non vi capirò mai, ma questo è il bello del calcio. Tanto la ragione la da il campo e voi sicuramente, oggi, sarete al bar a festeggiare coi vostri amichetti, sbeffeggiando gli avversari ed incoraggiando Gattuso, insultato fino a 10 ore fa.

Complimenti, ma non siete proprio degli intenditori di calcio, forse di gossip, quello sì. Nessuno dice che Ringhio sia perfetto, per carità, ma fate una cosa: chiudete gli occhi e ripensate alle prime sei, sette giornate dell’anno scorso e poi ditemi cosa ne pensate. A fine anno scorso, Gattuso, ci ha raccolti dalla spazzatura, ma vedo che non vi interessa. Come non vi interessano i 39 punti fatti nel girone di ritorno che avete sbattuto in faccia ai vostri amici avversari per tutto il tempo, magicamente dimenticati in novanta minuti.

Vediamo nel dettaglio come si sono comportati i nostri beniamini:

Donnarumma: 5,5 – Nelle uscite è da perfezionare, non sempre pulito, pare comunque in crescita. ALTALENANTE

Calabria : 6,5 – Più partite gioca e più diventa importante. Peccato che la fase difensiva fatichi a entrargli in testa, ma in avanti è impressionante. PENDOLINO

Musacchio : 6,5 – Partita egregia, con Romagnoli annulla i due centravanti giallorossi. SICURO

Romagnoli: 7 – Ancora ci fossero dubbi, è lui il vero leader difensivo. Che capitano e che giocatore. PILASTRO

Rodriguez: 6,5 – Finalmente. La partita di ieri sera è senza dubbio stata la migliore in rossonero. Questo è un terzino. FLUIDIFICANTE

Biglia: 7 – Inattaccabile. E’ stato un orologio, preziosissimo anche in fase di copertura. Questo è Biglia, speriamo che duri. SPOLVERATO

Kessiè: 7 – Sostanza e sprazzi di qualità. Il generale è sempre più fondamentale in questa squadra. Da il via per i primi tre punti. TANK

Bonaventura: 6,5 – Si appanna a lungo andare. Ma che primo tempo. Palla d’oro che inventa il primo gol e bell’assist per il Pipita che segna ma viene annullato con la Var. GREGARIO

Suso: 5,5 – Dribbla e tira. Voi direte: “wow”! Peccato che tutti i tiri siano stati rimpallati dai difensori. Se per alcuni è un fenomeno, per noi no. Spesso è la nostra croce. COMPASSATO

Higuain: 7 – Finalmente un centravanti. Vero. Ogni palla viene pulita ed esce precisa dai suoi piedi. Assist d’oro per Cutrone. Che attaccante ragazzi. BOMBER

Calhanoglu: 6,5 – E’ lui la vera spia che accende la manovra, finchè ha gamba il Milan gira, quando cala si inizia a vedere la differenza. REGISTA

Castillejo: 6 Entra e da ritmo. Buon Jolly, ma forse diventerà qualcosa in più. CRACK

Cutrone: 7,5 – Entra e spacca tutto. Che gol da rapace. PREDESTINATO

Laxalt: 6 – Giocatore che si rivelerà molto utile alla causa. JOLLY

Gattuso: 7 – Finalmente Milan. A sprazzi già col Napoli si era intravisto qualcosa di buono. Avanti così Mister, la strada è lunga, ma il percorso sembra quello giusto! CARISMATICO

 

 

 

 

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.