Palermo: Corini porta un po’ di luce e domenica arriva il “suo” Chievo

267

Tornare con un punto da Firenze sarebbe stato un trionfo, ma Babacar fa i dispetti in extremis al Palermo e Corini si può consolare con una squadra più viva e volenterosa. Occhi puntati a domenica contro il Chievo, servono i 3 punti.

Il Barbera è ormai diventato lo Stadio degli avversari.
L’occasione contro il Chievo, ex squadra del “genio”, è ghiotta per invertire la rotta e riuscire a sfatare un tabù che sta diventando fastidioso. Serve una vittoria davanti al proprio pubblico per ridurre i punti di distanza dall’Empoli, impegnato nella difficile trasferta di Bologna.
Corini ha già trovato il modulo adatto per valorizzare i giocatori più tecnici: una specie di 3-5-1-1 con Quaison, causa anche squalifica di Diamanti, alle spalle di Nestorovski e Jajalo in regia.
Anche Posavec pare essere finalmente tornato sulla terra e la caccia alle farfalle, specialità della casa, al momento sembra accantonata.
Sottotono invece Aleesami che spinge meno sulla fascia ma col ritorno di Rispoli potrà rifiatare un po’, anche se il norvegese ha sempre alternato prestazioni da 7 e da 5. E’ sembrato più solido invece Andelkovic. In allenamento il mister ha provato anche il 3-4-2-1 con Quaison e Diamanti alle spalle di Nestorovski, ma pare che il centrocampo, con tre giocatori molto offensivi, non riesca a dare equilibrio e aiutare la difesa.

Equilibrio, orgoglio ed entusiasmo.

Sono queste le tre paroline magiche che potrebbero dare al Palermo qualche speranza per rimanere in Serie A, lo sa bene Corini e lo hanno capito i giocatori e i tifosi ormai stufi di uscire a testa bassa da ogni stadio d’Italia.
I 4 punti di distanza dal quart’ultimo posto non sono tanti e di certo non preoccupano le prestazioni di Pescara e Crotone che, sulla carta, appaiono meno complete dei siciliani e dei toscani.

Gift card 300x250

Aspettiamo il Chievo dunque, ex squadra di Corini che ha lasciato indubbiamente un buon ricordo anche da quelle parti ma che adesso dovrà pensare a sconfiggere per ridare serenità ad una piazza delusa e preoccupata ma che sogna di poter guardare al futuro con più ottimismo.
Portiamo i 3 punti a casa Eugenio?

Chievo's coach Eugenio Corini reacts in action during the Italian Serie A soccer match AC Milan vs AC Chievo Verona at Giuseppe Meazza stadium in Milan, Italy, 29 March 2014. ANSA/DANIEL DAL ZENNARO

 

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.