Palermo: De Zerbi chiede aiuto a Quaison e Diamanti

227

Aria di novità in casa rosanero: non si può dire che De Zerbi non le stia provando tutte per ruscire a dare un po’ di serenità e di morale ai suoi ragazzi: spazio al 4-1-4-1 per esaltare le qualità dello svedese e di Alino?

Tempi duri per il 4-3-2-1 tanto caro al Palermo di Vazquez, Dybala e Belotti.

Nonostante Zamparini abbia pescato il jolly Nestorovski, neo bomber di casa, qualcosa nella manovra dei siciliani si è inceppato. Se da un lato si può essere moderatamente soddisfatti del lavoro sugli esterni (Rispoli, al momento infortunato, e Aleesami hanno già gol e assist all’attivo), dall’altro manca quel tocco raffinato di fantasia che Quaison e Diamanti stentano a dare ad una fase offensiva molto prevedibile.

Embalo non si ambienta, Chochev è da anni che azzecca una partita ad ogni eclisse di sole, Sallai è interessante ma inesperto, Trajkovski il solito oggetto misterioso che passa troppo tempo in infermeria.
De Zerbi le ha provate davvero tutte per rendere ancora più letale Nestorovski e ora sceglie di piazzargli ai lati Alino e lo svedese che, forma permettendo, dovrebbero riuscire a creare più occasioni da gol invece di rimanere impantanati alle spalle della punta per via della lenta manovra dei rosanero.

La trasferta di Bologna contro gli uomini di Donadoni diventa così decisiva per il cammino del Palermo.

Certo è che sulle fasce in difesa gli emiliani non sono irresistibili: Masina non è quello dell’anno scorso tant’è che spesso gli viene preferito Torosidis, Kraft non è un fenomeno e l’assenza di Helander tra i centrali accanto a Gastaldello può regalare più libertà a Nestorovski. L’idea di puntare di più su Quaison e Diamanti, comunque già utilizzati anche nelle scorse giornate senza particolari entusiasmi, risveglia un po’ il tifo rosanero, sempre affettuoso con chi indossa la maglia, ma inevitabilmente preoccupato per i pochi punti ottenuti fin’ora.

Si spera che Destro & Co, pur senza l’ottimo e sorprendentemente prolifico Verdi a dare una mano in attacco, non pensino di fare l’ennesimo dispetto a quella che rischia di diventare la squadra “materasso” di questa stagione.
E pensare che qualche anno fa si rischiava di vincere la Coppa Italia…

Foto TimCup 2011
Foto TimCup 2011

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.