Bari, un pareggio dal sapore amaro a Palermo

15

Un punto ma tanti rimpianti

Poteva essere un Natale sereno, calcisticamente si intende, e invece sarà un 25 dicembre di recriminazioni, per un distacco dalla capolista che poteva essere ridotto a quattro lunghezze e invece i punti sono sei. Sei punti che, numeri alla mano, equivalgono alle sconfitte contro la squadra Y e la stessa Ternana prima in classifica. Dopo la bella vittoria per 4-1 contro l’Avellino oggi il rammarico è enorme perchè contro un Palermo non proprio irresistibile è mancato il colpo del k.o., quello che una grande squadra dovrebbe assestare nel momento più propizio della partita. Invece nel secondo tempo, nonostante un buon piglio, in troppe occasioni non c’è stata la giusta cattiveria, soprattutto con un paio di contropiedi in superiorità numerica non sfruttati a dovere.

D’Ursi, croce e delizia dell’attacco biancorosso

Protagonista, in positivo e negativo, Eugenio D’Ursi, che dopo aver realizzato, di rapina, il gol del vantaggio biancorosso, si è divorato il raddoppio nella seconda frazione di gioco tirando debolmente sul portiere invece di passare ad un paio di suoi compagni a centro area. Ingenuità costata cara, visto che, come spesso succede anche in serie C, se non chiudi le partite rischi poi di pareggiarle. Per carità, si vince, si perde e si pareggia in undici, però non è concepibile che una squadra che deve rincorrere e dovrebbe avere così desiderio di rivalsa sulla prima in classifica non riesca ad azzannare l’avversario con giocatori acquistati proprio per questo motivo. Per alcuni manca la personalità, evidentemente. E forse un po’ di fame, e qui ripeto un concetto espresso tante volte…bisogna capire fino in fondo in che piazza si sta giocando. Spero che l’allenatore si faccia sentire, da questo punto di vista.

Pareggio beffa su punizione, ma che gol

Il gol su punizione del pareggio, a due minuti dalla fine, è il classico eurogol di quelli che, come al solito, emeriti sconosciuti realizzano al Bari e che poi non faranno più in tutta la loro carriera. Tanto di cappello per la prodezza, comunque. Anche perchè il Palermo ha fatto la sua onesta partita (qualcuno mi spieghi però quelle proteste di Odjer perchè davvero non le ho capite). Per il resto il solito Bari, con tutti i suoi pregi e difetti.

Prima la sosta, poi la Turris

Teniamoci questo 1-1 e il punto rosicchiato alla Ternana, alla fine, sperando che la sosta riesca a portare serenità ma soprattutto anche un Bari che riesca davvero a far svoltare la stagione per raggiungere l’agognato traguardo. Si riparte il 10 gennaio contro la Turris al San Nicola. Buone feste a tutti e sempre forza Bari!

fonte foto SSC BARI

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.