Parma, è partito Gervinho…

608
Parma Iacoponi Gervinho
Coppa Italia segnano Gervinho e Simone Iacoponi

Ancora una prova illuminante dei crociati. Dopo l’Inter i tre punti arrivano anche contro il Cagliari. Gervinho gol da cineteca.

Parma – Cagliari 2-0

È partito Gervinho,
Gervinho inseguito,
non lo prendono,
Gervinho…,
Gervinho ancora centralmente,
c’è Inglese alla sua sinistra,
Gervinho vuole passare,
Gervinho fino in fondo,
Gervinhoooooooo!!!
Gervinhoooooooo!!!
Tutto in piedi il Tardini!!!
Un gol fantastico!!!”

Giuro che non riesco a smettere di guardare questo video, so benissimo che la cosa importante era vincere col Cagliari e la squadra è stata fantastica, dalla difesa all’attacco; ma il gol di Gervinho è qualcosa che a Parma non si vedeva da tanto, troppo tempo. Ed allora perdonatemi, lasciatemi godere. Lo guardo e lo riguardo ancora, fino all’assuefazione totale. Abbiamo passato tutti anni bui, tra campi di patate e partite difficili e noiose, ora finalmente un po’ di luce.

Le prestazioni viste contro Juve, Inter e Cagliari sono state illuminanti. Ora non bisogna creare castelli in aria. Capisco l’entusiasmo a mille, ma già le dichiarazioni di Gervinho nell’intervista alla “Gazzetta dello Sport” mi sembrano esagerate. Pensiamo a salvarci, non all’Europa, perché per fare grandi imprese bisogna lavorare per mesi, ma per fare figuracce ci vuole un attimo.

Siamo ciò che vogliamo essere, solo non abbiamo ancora deciso cosa…” diceva Ingrid Rivi.

Con cinque giornate alle spalle il Parma ha dimostrato di essere una squadra che può giocarsela con chiunque, che difende benissimo e attacca in contropiede con una velocità e un’imprevedibilità pazzesca. Siamo ciò che ci faranno essere Gervinho e Inglese, perché la salvezza passa principalmente dai piedi (e dal naso…) di questi due signori.

Si perché il gol di Gervinho non deve offuscare la prestazione di “Bobby English” che dopo il primo gol annullato ha fatto a sportellate con la difesa sarda fino a sbloccare la partita.

Mercoledì è già campionato, il Parma nel turno infrasettimanale sarà ospite al San Paolo, contro il Napoli di Ancelotti. Partita tosta, servirà concentrazione e determinazione, sarà l’ennesima prova di maturità contro una squadra con obbiettivi importanti.

Come dice D’Aversa non firmerei mai per un pareggio prima di giocare una partita ma, detto tra noi, tornare da Napoli con un punto sarebbe sarebbe davvero un risultato importante.

LA CLASSIFICA:

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.